Dilaga la siccità nel Celeste Impero

50

Scarse piogge e elevate temperature hanno lasciato all’asciutto 229mila persone (popolazione totale 6.480.000 abitanti – stime del 2006) nella città di Baise, regione autonoma del Guangxi (Cina del sud) già afflitta da un periodo di siccità.

Baise, normalmente ha un clima monsonico subtropicale. Il livello delle acque piovane tra aprile ed i primi di maggio è stato meno della metà del normale livello del periodo mentre le temperature sono state molto alte (oltre 40 gradi C.). Sono state danneggiati oltre 34mijla ettari di coltivazioni di frumento e sono morti oltre 100mila cappi di bestiame. La siccità sta affliggendo sempre più persone nel distretto costringendo un numero sempre più ampio di cittadini a fare affidamento su carichi d’acqua portati in loco da autobotti. resta alt, secondo le autorità cittadine, il rischio d’incendi, nonostante l’approssimarsi della stagione delle piogge. 

Temperature alte e secche hanno colpito anche la provincia limitrofa, Guizhou, in cui 10 province e altrettante città soffrono per la siccità.

In netto contrasto, la parte est della Repubblica popolare cinese è afflitta da violenti nubifragi che hanno provocato inondazioni ed evacuazioni nelle città della provincia del Fujian.