I dieci comandamenti di ISIS

61

STATO ISLAMICO – Raqqa 16/12/2014. Lo Stato islamico ha pubblicato i suoi “dieci comandamenti”.

In documento reso pubblico il 15 dicembre, vengono elencate i peccaticpaitali e le relative pene, vigenti nel territorio dello Stato Islamico: «1. Insultare Allah = Condanna a morte.

2. Insultare il Messaggero di Allah = Condanna a morte anche in caso di pentimento.

3. Insultare la religione = Condanna a morte.

4. Zināh = Se sposata, lapidata a morte. Se non sposati; 100 frustate e la messa al bando per 1 anno.

5. Omosessualità = Condanna a morte per chi la compie e per chi la subisce.

6. Furto = taglio della mano

7. Bere alcol = 80 frustate

8. Calunnia = 80 frustate

9. spionaggio a favore dei kūfar = Condanna a morte.

10. Apostasia = Condanna a morte

11. Banditismo, 4 categorie:

a. Chi uccide e prende i soldi = condanna a morte e crocifissione.

b. Chi uccide = Condanna a morte

c. Chi ruba = taglio della mano sinistra e del piede destro.

d. Chi intimidisce le persone = messa al bando»