Developing 8

44

Informazioni generali

Il D-8 è un’organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione tra il Bangladesh, l’Egitto, l’Indonesia, l’Iran, la Malaysia, il Pakistan e la Turchia. L’attuale Segretario Generale del D-8 è l’indonesianoWidi Agoes Pratikto, gli uffici del segretariato hanno attualmente sede ad Istanbul.

 

L’idea di un’organizzazione tra i principali stati islamici è stata promossa dal primo ministro turco Necmettin Erbakan durante il seminario sulla cooperazione e lo sviluppo svoltosi ad Istanbul nell’ottobre del 1996. L’organizzazione è stata in seguito istituzionalizzata nel corso della dichiarazione dei Capi di Stato e di Governo che ha avuto luogo ad Istanbul il 15 giugno 1997.

Il D-8 va inteso come un accordo globale, non semplicemente regionale. Il forum è infatti strutturato per non interferire né ostacolare gli accordi bilaterali e multilaterali previamente assunti dai suoi stati membri.

Lo scopo del D-8 è implementare la posizione socio economica degli stati membri nel consesso globale, diversificando e creando nuove opportunità negli scambi commerciali, innalzando il livello di vita ed aumentando il peso degli stati membri nei processi di decision-making internazionali. Il tutto in linea con i principi guida della pace invece che i conflitti, del dialogo invece della competizione, della cooperazione in luogo dello sfruttamento, della giustizia invece che dei doppi standard, dell’eguaglianza invece che la discriminazione e della democrazia in luogo dell’oppressione.

La popolazione totale dei paesi del D-8 si attesta attorno ai 900 milioni di persone, rappresentando circa il 14% della popolazione mondiale. Nonostante il tasso di crescita demografica di questi paesi stia gradualmente rallentando, la forte crescita nei decenni passati fa sì le fasce giovani in età lavorativa siano oggi assai ampie garantendo un forte dinamismo a questi paesi.

Il 14 maggio 2006 i rappresentanti degli Stati Membri, con l’eccezione del Bangladesh, hanno siglato un accordo di scambio preferenziale. Disegnato per ridurre gradualmente le tariffe su specifici beni tra gli stati membri; il tutto sotto l’occhio vigile di un comitato di vigilanza. Lo scopo è implementare il libero scambio e promuovere la cooperazione interstatale tra gli otto paesi.

 

Bilance commerciali, investimenti diretti esteri e crescita economica

Le economie dei paesi D-8 si stanno integrando velocemente nel contesto globale. Le loro esportazioni ed importazioni costituiscono oggi il 3,7% del totale degli interscambi mondiali, con un picco del 4,17% nel 2005. Malaysia, Indonesia, Turchia, Iran e Nigeria sono tra i primi 50 paesi esportatori al mondo; mentre Turchia, Malaysia, Indonesia, Iran e Pakistan figurano tra i primi 50 paesi importatori al mondo.

I principali partners commerciali dei paesi D-8 sono le economie sviluppate, infatti solo il 4,13% dei loro scambi avviene tra paesi interni all’organizzazione.

La più alta percentuale di IDE si è avuta in Nigeria tra il 2001 e il 2005, nonostante la discesa del suo PIL, comparato al periodo precedente. La Turchia ha triplicato il suo livello di IDE negli ultimi 5 anni e costituisce lo stato con maggiore attrazione per gli investitori esteri. Nonostante tutto in questo paese gli IDE costituiscono solo l’1,5% del PIL. A seguire vengono Malaysia e Nigeria dove la percentuale del PIL costituita dagli IDE è tra le più altre. Agli antipodi, con bassissima percentuale di IDE nel PIL, troviamo Iran ed Indonesia.

Le economie del D-8 hanno mostrato rilevanti tassi di crescita negli ultimi anni, supportati da riforme atte a rimuovere i colli di bottiglia della crescita economica, liberalizzare i mercati e integrare maggiormente le economie nel contesto globale. Negli ultimi dieci anni i cambiamenti maggiori si sono avuti in Indonesia passando da una crescita del PIL all’1% ad un considerevole e stabile 5%. In Egitto, d’altra parte, il tasso di crescita si sta contraendo, ed il suo recupero sarà uno dei principali obbiettivi.

Molti provvedimenti economici serviranno ad aumentare il reddito procapite dei paesi D-8, considerevolmente inferiore rispetto alla media dei paesi sviluppati. Il reddito più procapite più alto si ha in Malaysia e in Turchia dove si attesta sui 5000 dollari, mentre la crescita maggiore in termini di reddito procapite si è avuta in Nigeria, Bangladesh e Pakistan con un innalzamento del 40,5% negli ultimi 5 anni, pur restando, in termini relativi, estremamente esiguo. In Egitto il trend degli ultimi dieci anni è peggiorato, mostrando tuttavia dei miglioramenti negli ultimi 5 anni.

Il saldo nella bilancia commerciale degli ultimi dieci anni si mostra negativo, ossia con maggiori importazioni rispetto alle esportazioni, solo per la Turchia ed il Bangladesh. Con l’eccezione di Iran e Turchia, inoltre, tutti gli Stati Membri hanno incrementato le loro esportazioni.

Fonte: HYPERLINK “http://www.developing8.org/” http://www.developing8.org

PAESEEsportazioniImportazioni 

Egypt

  Petroleum oils, Hot roll iron/steel, Cement clinkers, Portland cement, Cotton, Apparel, Urea Butane, Aircraft and parts thereof, Food, Motor vehicles, Iron and steel, Machinery and mechanical appliances, Tobacco, Paper

Indonesia

  Petroleum oils, Bituminous coal, Palm oil and its fractions, Technically specified natural rubber, Copper ores and concentrates, Natural gas, Plywood, Fuel oils, Parts & accessories of automatic data processing machines & units thereof Petroleum, Wheat, Transmission apparatus for radio-broadcasting or television, Motor vehicles, Cotton, Soya bean and oil, Iron and steel, Ethylene

Iran

  Petroleum oils, Pistachios, Carpets of wool or fine animal hair, Propane, Butanes, Aluminum, Petroleum bitumen, Grapes, Benzene Motor vehicles, Machinery and mechanical appliances, Iron and Steel, Rice, Soya, Sugar, Transmission apparatus for radio-broadcasting or television

Malaysia

  Metal oxide semiconductors, Parts&accessories of automatic data processing machines & units thereof, Petroleum oils, Portable digital computers, Natural gas, Monolithic integrated circuits, Hybrid integrated circuits, Transmission apparatus for radiotelephone incorporating reception apparatus, Computer input/outputs, with/without storage Electrical machinery and equipment, Electronic circuits, Petroleum, Transport vehicles, Gold, Copper articles

Nigeria

  Petroleum oils, Natural gas, Dredgers, Residues of petroleum oils, Floating docks and vessels, Textured yarn of polyester filaments, Electric lamps and lighting fittings, Sweet biscuits, waffles and wafers, Liquefied ethylene, propylene, butylene and butadiene, Cargo vessels and other vessels for the transport of both persons&goods Valves, Floating vessels and platforms, Petroleum oils&oils obtained from bituminous minerals, Wheat, Portland cement, Sugar, Motor vehicles, salt, milk powder, Rubber, Iron and steel, cargo vessels

Pakistan

  Textile and apparel, Rice, Carpets of wool or fine animal hair Transmission apparatus, Cotton, Tea, Rape and colza seeds, Motor vehicles, Transport equipments, Machines, Chemicals, Fabrics

Turkey

  Apparel, Color television receivers, Diesel powered trucks Bars & rods of iron and non-alloy steel, Automobiles with reciprocating piston engine, Automobiles with diesel engine, Petroleum obtained from bituminous minerals, Articles of jewelry Iron and steel, Petroleum, Gold, Automobiles, Transport equipment, Vehicles, Chemicals, Electronic equipment

 

Fonte:  HYPERLINK “http://www.developing8.org/” http://www.developing8.org

 

 

La struttura tripartita del D8:

 

Il Summit, che si tiene ogni due anni (o all’evenienza con cadenza più stretta), è composto dai capi di stato e di governo dei paesi membri e costituisce la massima autorità dell’organizzazione.

Il Consiglio, è il principale organo decisionale, composto dai ministri degli esteri degli stati membri. Punto di discussione di tutte le tematiche connesse all’organizzazione.

La Commissione, organo esecutivo, composto da commissari nominati dai rispettivi governi responsabili nel promuovere l’implementazione e l’allineamento delle legislazioni interne alle direttive del D8.

Un Direttore Esecutivo. Incaricato dagli stati membri per comunicare e agire con capacità di supervisionare durante i summit o le assemblee di rango inferiore.

 

Fonte:  HYPERLINK “http://www.developing8.org/” http://www.developing8.org

 

Riepilogo Summit D8

 

1998 Turchia Istanbul

1999 Bangladesh Dhaka

2001 Egitto Il Cairo

2004 Iran Tehran

2006 Indonesia Bali

2008 Malaysia Kuala Lumpur

2010 Nigeria Abuja

2011 Turky Istanbul

2012 Pakistan Karaki

 

Fonte:  HYPERLINK “http://www.developing8.org/” http://www.developing8.org

 

Follow- up Marzo 2012

 

Nel mese di marzo a Istanbul, il D-8 ha organizzato il primo incontro del Comitato di Supervisione sull’Accordo Preferenziale di Scambio, conclusosi con l’adozione da parte dei rappresentanti degli stati membri di un comune rendiconto sulla riunione. Il Delegati di Indonesia, Iran Malaysia, Nigeria, Pakistan e Turchia, come parti contraenti – mentre Egitto e Bangladesh come semplici osservatori – hanno quindi dato esecuzione alle disposizioni dell’accordo sulla strutturazione dell’organizzazione, previamente siglato. Le discussioni hanno prodotto risultati incoraggianti nelle aspettative di incremento del volume degli scambi tra gli Stati Membri. Va infatti ricordato che l’accordo di scambio preferenziale era stato firmato a Bali nel maggio 2006, entrando in vigore, come un significativo risultato dell’Organizzazione in termini di integrazione commerciale in termini sia di volumi che di diversificazione, il 25 agosto dello scorso anno.

L’incontro del 22 marzo ha rappresentato un primo importante passo per discutere di una rivisitazione dell’elenco delle offerte, nonché di nuove regole procedurali tra gli stati aderenti all’Accordo Preferenziale; cercando indirettamente di accelerare i processi di ratifica della convenzione supplementare anche da parte degli ordinamenti interni di Bangladesh ed Egitto.

 

Fonte:  HYPERLINK “http://www.developing8.org/” http://www.developing8.org