La Dengue del Guandong

14

CINA – Pechino 25/10/2015. La Cina ha riferito che il numero di infezioni causate dalla dengue nel sud della provincia del Guangdong è precipitato un calo del 95,85 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Sono stati segnalati 1.312 casi di dengue in 18 città in tutto il Guangdong finora, riporta Xinhua, il 23 ottobre. La città di Chaozhou ha registrato il più alto numero,1.162 casi, mentre 99 persone sono state contagiate al di fuori della provincia, secondo i darti della commissione provinciale sulla salute e famiglia. Veicolo della dengue sono le zanzare e l’infezione causa febbre improvvisa con forti dolori alle articolazioni, nausea, febbre e dolori muscolari. Il 12 ottobre l’American Journal of Tropical Medicine and Hygiene (Ajtmh) ha pubblicarono studio in cui la Cina meridionale è tra le zine più colpite dall’infezione: il Guangdong nel 2014 ha registrato oltre 40mila casi in due mesi. Il dato che emerge dallo studio è che a differenza degli anni precedenti, la dengue non è più una malattia importata, ma è diventata endemica nella nazione dell’Asia orientale. Facendo riferimento ai dati ufficiali, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) dice che il numero di casi di dengue nel paese più popoloso del mondo è stato in aumento negli ultimi anni: 223 casi sono stati segnalati nel 2010, 120 casi nel 2011, 575 casi nel 2012, 4663 casi nel 2013 e 46864 casi nel 2014. Non si sono verificati decessi nel triennio 2010-2013, mentre sei decessi si sono verificati nel 2014. Non ci sono farmaci specifici efficaci per uccidere il virus, il trattamento si limita ad essere una terapia di supporto; recentemente un vaccino è stato sviluppato, che ha fornito circa il 60 per cento di protezione contro i sintomi della malattia.