Chiuse le moschee in Daghestan

13

DAGHESTAN – Machackala 01/02/2016. Circa cinquemila persone si sono riunite per una manifestazione contro la chiusura delle moschee in Daghestan.

Secondo il giornale Kavkazskiy Uzel, I partecipanti si sono riuniti davanti all’ufficio del sindaco di Khasavyurt. Diversi attivisti sono, poi, entrati per consegnare le loro richieste al sindaco della città.
«Alla manifestazione, i partecipanti provenivano da altre città e distretti del Daghestan. Ieri ha chiuso la moschea di Khasavyurt, così come due giorni prima a Shamkhalov, e l’anno scorso ci sono stati tentativi di farlo a Makhachkala. Chiediamo che il governo fermi questa illegalità, l’assenza di un imam è stata usata come scusa per chiudere la moschea» hanno detto i manifestanti.
Tuttavia, come riporta il giornale, i funzionari della città hanno detto di non avere alcuna responsabilità con la chiusura delle moschee.
I manifestanti sono riusciti a negoziare con le autorità la riapertura delle moschee, in maniera pacifica. La sera del 31 gennaio, però, la polizia con il pretesto di controllare i documenti ha bloccato l’ingresso alla moschea nella zona nord di Khasavyurt, riporta il giornale.