Diminuisce la criminalità in Daghestan

57

DAGHESTAN – Machačkala. 24/01/15. Ieri nel discorso di inizio anno alla Assemblea nazionale della Repubblica del Daghestan, Ramadan Abdullatipov, capo di Stato ha detto che il numero dei reati è diminuito.

È stato riferito dal dipartimento informazioni dell’amministrazione presidenziale. Secondo il capo della repubblica del Caucaso del Nord, la criminalità nel paese come numeri è la metà rispetto alla media regionale. Abdulatipov ha anche assicurato che il Daghestan ha intaso di criminalità tre volte inferiore a quello della Russia. Il Presidenteha riferito che sono stati fatti passi in avanti nel tema della lotta alla corruzione e la lotta contro il terrorismo. Secondo lui, per «la prima volta dopo anni, il paese nel 2014 non ha subito attacchi terroristici». E come ha detto il capo della regione, i risultati positivi sono in gran parte dovuti alla collaborazione della popolazione con le forze di sicurezza. R. Abdulatipov sottolineato che un paio di anni fa, anche tra i legislatori locali erano complici dei terroristi. «Alcuni di questi legislatori sono scesi in piazza e hanno organizzato manifestazioni in sostegno del radicalismo, altri promuovendo energicamente il terrorismo nella sala dell’Assemblea Nazionale. Grazie a Dio, ora questo è finito».
Secondo R.Abdulatipov, un altro fattore di cambiamento positivo all’interno della società Daghestan è l’emergere di un nuovo ambiente socio-culturale che nel corso degli anni ha permesso al Daghestan di migliorare.