DAESH non c’è in Pakistan

9

PAKISTAN – Islamabad 19/02/2016. Il ministro dell’Interno pakistano Chaudhry Nisar Ali Khan ha affermato che ci sono 45 gruppi terroristici attualmente attivi nel paese e uno di loro starebbe utilizzando il nome di Stato islamico, ma il “vero” Daesh non è presente nel paese.

«Se fosse realmente presente Daesh in Pakistan, allora occorrerebbe individuare, identificare le persone con nomi arabi», ha detto il ministro su Geo Television il 17 febbraio.
Il ministro ha detto che non ci sono comandanti Daesh in Pakistan, ma non ha escluso che membri di questi 45 gruppi lascino le loro organizzazioni e operino sotto il nome dello Stato Islamico.
Il ministro ha osservato che i presunti membri Daesh arrestati sul suolo pakistano appartenevano ad altri gruppi come Jamaat-ud-Dawa, Lashkar-e-Jhangvi e Hizb-e-Islami.
Il ministro ha quindi contraddetto le dichiarazioni fatte una settimana fa dal direttore dell’Intelligence Bureau, generale Aftab Sultan sulla minaccia Daesh per il Pakistan.
Sultan aveva anche detto centinaia di pakistani vengono reclutati dallo Stato Islamico per andare in Siria.
Negli ultimi mesi, il Pakistan ha assistito a un ampio dibattito sulla presenza di Daesh nel paese, con dichiarazioni contraddittorie da parte delle autorità.
Un gruppo affiliato a Daesh aveva rivendicato la responsabilità per l’attacco a Karachi a maggio 2015, in cui furono uccisi 45 membri della comunità ismailita sciita.