DAESH arruola più uomini nell’ASEAN di al Qaeda

19

SINGAPORE – Singapore 07/06/2016. Il ministro della Difesa di Singapore, Ng Eng Hen, ha detto che lo Stato Islamico ha reclutato più militanti nei paesi membri dell’Associazione delle Nazioni del Sudest Asiatico (Asean) di Al-Qaeda.

«Negli ultimi tre anni da solo, Isis ha reclutato più simpatizzanti e operatori in Asean di quanto abbia fatto Al-Qaeda negli ultimi dieci anni, con più di 1.000 combattenti in Iraq e Siria», ha detto Ng durante lo Shangri-La Dialogue a Singapore, secondo quanto riportato dal quotidiano Straits Times. I paesi membri dell’Asean sono Myanmar, Brunei,
Cambogia, Filippine, Indonesia, Laos, Malesia, Singapore, Thailandia e Vietnam. Il ministro di Singapore ha poi detto che i militanti rientrati nel Sud-Est asiatico mantengono legami con Daesh in Medio Oriente, proprio per compiere il jihad. Tuttavia, Ng ha sottolineato che la lotta contro il terrorismo islamico non è una lotta contro l’Islam, aggiungendo che i gruppi terroristici oggi hanno sviluppato strategie più sofisticate e hanno la possibilità di effettuare attacchi più mortali che potrebbero destabilizzare la regione se i paesi non agissero insieme per fermarli. Ha sostenuto, ad esempio, la proposta di condurre pattugliamenti congiunti per Malesia, Indonesia e Filippine nel Mare di Sulu nelle Filippine del sud-ovest, un hub per gruppi radicali come Abu Sayyaf. «Le forze di sicurezza, tra cui i militari dei singoli paesi, dovranno combattere il terrorismo con rigore (…) insieme, dobbiamo lavorare a stretto contatto per costruire risposte congiunte, rafforzare intelligence e sorveglianza», ha detto Ng. Il forum sulla sicurezza di Shangri-La, conclusosi il 5 giugno, ha visto la partecipazione di circa 600 delegati provenienti da Asia, Europa, Stati Uniti e Australia per partecipare ai colloqui di Singapore.