Dabiq 6: intervista al pilota abbattuto

42

STATO ISLAMICO – Raqqa 30/12/2014. Lo Stato Islamico  ha pubblicato il sesto numero della sua rivista ufficiale Dabiq dal titolo Al-Qa’idah of Waziristan.

Nella rivista da pagina 33 a pagina 37 è contenuta l’intervista al pilota giordano catturato la scorsa settimana dopo l’abbattimento del suo aereo nel nord della Siria. Il tenente Muadh al-Kasasbeh racconta la sua missione e afferma che il suo F-16 è stato abbattuto da un missile a ricerca di calore vicino alla “capitale” dello Stato Islamico, Raqqa. Al-Kasasbeh afferma che il suo aereo è stato colpito durante una missione di copertura per i jet d’attacco: «Ho sentito il colpo. L’altro pilota giordano della missione mi ha detto che mi avevano colpito e che fiamme uscivano dall’ugello posteriore del mio motore». Il tenente Al-Kasasbeh ricorda di essersi espulso dal velivolo e di essere caduto nel fiume Eufrate, dove è stato fatto prigioniero dai combattenti di Isis. L’intervista si conclude con la domanda fatidica: «Sei a conoscenza di quello che farà di te lo Stato Islamico?». Al-Kasasbeh risponde: «Sì … Mi uccideranno».