I Caraibi rispondono a DAASH

10

TRINIDAD E TOBAGO – Port-of-Spain 19/11/2015. Il governo di Trinidad e Tobago sta rafforzando la sicurezza e continua a mantenere stretti contatti con gli Stati Uniti, come parte degli sforzi per scongiurare possibili azioni terroristiche da parte dello Stato Islamico.

Ha fatto questo annuncio il ministro per la Sicurezza Nazionale, Edmund Dillon, al Senato il 18 novembre. Dillon ha già ammesso che cittadini di Trinidad e Tobago stanno combattendo con lo Stato Islamico in Siria e in Iraq, ha inoltre aggiunto che le autorità stanno rafforzando il controllo dell’immigrazione e le misure di sorveglianza, dopo gli attacchi di Parigi. «Questo governo vuole affermare chiaramente che riconosce la minaccia terroristica globale posta dallo Stato Islamico e le atrocità commesse contro il popolo francese», ha detto il ministro. Dillon ha detto che Trinidad e Tobago avrebbero continuato a lavorare con gli Stati Uniti attraverso istituzioni come il Joint Regional Communications Center e il Regional Intelligence Fusion Center. «A livello internazionale, continuiamo a mantenere contatti con i nostri partner (…) Siamo ancora in attesa di conferma da parte dei nostri partner della quantità di cittadini di Trinidad coinvolti in Isis in questo momento», ha detto il ministro.

CONDIVIDI
Articolo precedenteAGC a La Gabbia
Articolo successivoNICASAT 1 presto in orbita