La rubrica #cyberlawdiritto/18

56

ITALIA – Catania 08/12/2013. #Segnalalo per dire NO al digital divide.

Monitorare il divario digitale in Sicilia e diffondere ricerche, proposte e idee

Finalmente attiva l’iniziativa #Segnalalo per dire NO al digital divide promossa da Generazione Ypsilon, un’associazione culturale no-profit costituita da un gruppo di giovani volontari per predisporre progetti, attività e idee basate sulla valorizzazione delle nuove tecnologie allo scopo di diffonderne i benefici e  realizzare un concreto impegno nella lotta al divario digitale, considerato il principale fattore che osta allo sviluppo economico, politico e culturale di un Paese, essendo un preoccupante fenomeno che genera gravi discriminazioni sociali nell’esercizio di fondamentali diritti individuali e collettivi tra coloro che hanno accesso ad Internet – i cd. inclusi digitali o “haves” – e coloro che non sono nelle condizioni di accedervi – i cd. esclusi digitali o “have-nots”.

Per tale ragione, dopo aver lanciato una serie di proposte ufficiali rivolte agli organi istituzionali per auspicare l’essenziale mutamento del quadro normativo vigente in maniera tale da formalizzare la dimensione normativa dell’accesso alle tecnologie ICT (in particolare, la proposta di introduzione di un nuovo art. 3-bis TUE presentata al Parlamento Europeo per proclamare il diritto di accesso ad Internet tra i principi fondamentali europei; la proposta di introduzione di un nuovo art. 6-bis dello Statuto Comunale presentata al Comune di Catania per la proclamazione del diritto di accesso ad Internet tra le norme statutarie vigenti; la proposta di introduzione di un nuovo art. 4-bis dello Statuto Universitario dell’Ateneo di Catania presentata al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Catania per la proclamazione della libertà dell’uso delle tecnologie tra le norme statutarie vigenti), riteniamo indispensabile realizzare ulteriori iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica, contribuendo ad una riflessione matura e consapevole sul tema delle nuove tecnologie digitali, rafforzando il nostro impegno nella lotta al digital divide con il sostegno di tutti gli utenti coinvolti nelle nostre attività di ricerca e di studio.

In particolare, grazie all’iniziativa #Segnalalo disponibile all’interno del sito  http://www.dirittodiaccesso.eu/, Generazione Ypsilon si impegna a realizzare un costante monitoraggio del digital divide, valorizzando la partecipazione interattiva delle segnalazioni inoltrate dagli  utenti in tempo reale sulla situazione del divario digitale esistente, fornendo una mappatura geolocalizzata delle criticità che emergono nel contesto territoriale siciliano. Il progetto, inoltre, intende approfondire il dibattito sul tema delle “Next Generation Networks”, focalizzando gli straordinari benefici derivanti dall’utilizzo generalizzato e consapevole delle nuove tecnologie, promuovendo a tal fine interventi, proposte, attività, idee e suggerimenti per il miglioramento generale delle condizioni dei cybercittadini. 

#Segnalalo nasce per dire no al digital divide alla luce delle implicazioni sociali sempre più attuali del divario digitale che manifesta una nuova e grave emergenza sociale globale con conseguenze discriminatorie nel godimento di diritti individuali e collettivi configurabili online, peraltro sulla base di dati non sempre assolutamente realistici, al punto tale da far ritenere che la situazione sia probabilmente peggiore di quella notoriamente descritta; da ciò discende la finalità principale dell’iniziativa: ossia, predisporre un costante monitoraggio sul fenomeno del digital divide mediante la realizzazione di una mappatura geolocalizzata in cui inserire i dati derivanti dalle segnalazioni degli utenti; in questo senso, il modo più semplice per scoprire se una zona è soggetta o meno al fenomeno del “digital divide” è quello di chiederlo direttamente alle persone che ci abitano e che fanno i conti quotidianamente con le condizioni effettive di accesso ad Internet. In questo modo, i cittadini potranno misurare in maniera indicativa la velocità della connessione internet disponibile nella loro zona, inoltrare una segnalazione per evidenziare situazioni di carenza e/o difficoltà nella fruizione dei servizi di connessione, evidenziando sulla mappa le aree geolocalizzate in cui sussistono carenze, criticità e condizioni ottimali di connessioni.

Grazie all’iniziativa #Segnalalo l’utente può segnalare situazioni di carenza di servizi di connessione, inoltrare richieste di maggiori prestazioni nella concreta fornitura della linea di connessione, evidenziare situazioni di inefficienza nell’erogazione dei servizi telematici forniti dalla PA, ed in generale far emergere qualsiasi altro aspetto tipico del fenomeno del digital divide che consenta di rilevare le concrete condizioni del divario digitale esistente. In questo modo, sarà possibile realizzare una mappatura in tempo reale del digital divide, mediante un costante monitoraggio predisposto da un team di volontari animati dal comune impegno nella lotta al digital divide, mettendo gratuitamente a disposizione  degli utenti le competenze necessarie per far valere situazioni di discriminazione digitale e/o lesione online di diritti configurabili nel cyberspazio in presenza di un “danno da digital divide”, offrendo assistenza e consulenza gratuita alle segnalazioni inoltrate dagli utenti.

Consideriamo questa iniziativa particolarmente utile dal punto di vista sociale, se si considera, ad esempio, l’esito conclusivo della recente indagine dell’Università Bicocca di Milano, secondo cui una percentuale particolarmente significativa di giovani dispone di una scarsa conoscenza del mondo del web e delle relative risorse disponibili online nel cyberspazio, dimostrando un livello tendenzialmente insufficiente di competenze informatiche.

Per tale ragione, ad integrazione della nostra iniziativa abbiamo anche realizzato un questionario da sottoporre agli utenti per realizzare un’indagine conoscitiva sullo stato del digital divide, in maniera tale da monitorare costantemente la situazione reale a supporto dell’analisi del fenomeno.

Il lancio dell’iniziativa #Segnalalo è stato reso possibile grazie al contributo gratuito ed incondizionato del team di Generazione Ypsilon: giovani volontari accomunati da una passione comune, in prima linea nella lotta al digital divide e animati dal desiderio di migliorare gli standard sociali esistenti, partendo da un’indispensabile valorizzazione delle nuove tecnologie. 

Compilando correttamente il form per partecipare all’iniziativa #Segnalalo fornendo chiare, corrette, precise e circostanziate informazione, gli utenti possono segnalare potenziali casi di disservizi nella connessione alla rete Internet e/o nella fruizione dei relativi servizi telematici, i cui presupposti saranno valutati dallo staff GY al fine di eventuali reclami da presentare agli organi competenti, tenendo presente che secondo la decisione del Giudice di Pace di Trieste (30 luglio 2012, Sez. Civ., n. 587) “deve ritenersi che l’inadempimento da parte del gestore nella fornitura del servizio telefonico e di accesso alla rete Internet (cosiddetta linea Adsl) configuri a carico dell’utente, oltre che un danno di natura patrimoniale per l’indebita mancata fruizione, anche un pregiudizio di natura non patrimoniale, in particolare di natura morale, quale categoria di danno autonomamente valutabile rispetto a diritti inviolabili della persona […] dovuta al mancato utilizzo di strumenti telematici diffusi, specialmente dai giovani, per attività di studio e interazione sociale con la conseguenza di dover liquidare in via equitativa detto danno da «disuguaglianza digitale» (per leggere il testo integrale della sentenza clicca qui).