La Rubrica #cyberlawdiritto/17

41

Università 2.0: la libertà dell’uso delle tecnologie nello Statuto dell’Università di Catania

ITALIA – Catania 01/12/2013. Generazione Ypsilon, a pochi mesi dalla costituzione ufficiale, continua la sua attività di promozione sociale mediante la presentazione di progetti, idee e iniziative basate sulla valorizzazione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per realizzare una concreta lotta al digital divide, auspicando un effettivo impegno collettivo alla creazione di un ambiente altamente innovativo che favorisca l’inclusione digitale creando le condizioni per il graduale sviluppo globale che caratterizza lo scenario tipico della Società dell’Informazione.

Questa volta è stato elaborato un report completo ed esaustivo presentato ufficialmente presso il Protocollo Generale dell’Università degli Studi di Catania il 27 novembre 2013, iscritto al Prot. N. 132806, per rivolgere all’attenzione del Magnifico Rettore Prof. Giacomo Pignataro la proposta di revisione dello Statuto Universitario dell’Ateneo di Catania, mediante la modifica del Titolo I, per l’introduzione di un nuovo art. 4-bis rubricato “Libertà di uso delle tecnologie” recante norme per garantire il diritto di accesso ad Internet e il diritto all’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, con la contestuale presentazione di proposte programmatiche basate sulla valorizzazione dei servizi ICT, per dimostrare le rilevanti implicazioni derivanti dall’uso diffuso e consapevole delle nuove tecnologie digitali.

Il denominatore comune delle campagne organizzate da GY è individuabile nella mission generale di valutare la necessaria modifica del quadro normativo vigente a qualsiasi livello esistente: in questo senso, la medesima ratio è ravvisabile, infatti, nel lancio del Manifesto Cyberlaw #dirittodiaccesso, pubblicamente promosso nei mesi scorsi, per l’introduzione del diritto di accesso ad Internet tra i principi fondamentali italiani ed europei e nella successiva presentazione dell’iniziativa City ConneCTed per un’Agenda Digitale a Catania, al fine di realizzare l’inserimento del diritto di accesso ad Internet tra le norme dello Statuto Comunale vigente, partendo da un decalogo di obiettivi a medio e lungo termine realizzabili attraverso la valorizzazione normativa delle nuove tecnologie digitali. Questa volta, Generazione Ypsilon ha voluto focalizzare il contesto universitario, con le medesime finalità idealistiche e con il desiderio di contribuire al miglioramento degli standard attuali esistenti, procedendo alla presentazione dell’iniziativa Università 2.0.

In questo senso, le  Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Information and Communication Technology – ICT) costituiscono una risorsa strategica fondamentale per lo sviluppo generale di una comunità, al punto tale da richiedere un necessario aggiornamento del quadro normativo vigente per formalizzare la rilevanza indiscutibile delle nuove tecnologie digitali a livello globale e locale: lo storico passaggio dalla Società industriale alla Società dell’Informazione, infatti, ha determinato un profondo cambiamento globale provocato dalla diffusione generalizzata delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, grazie alla disponibilità sempre maggiore di computer, dispositivi mobili e nuovi media comunicativi che consentono di creare una grande “ragnatela globale” tipica del cyberspazio in modo da poter mettere in contatto tutti gli utenti in qualsiasi momento e in ogni luogo.

Per tali ragioni anche l’Università degli Studi di Catania deve configurarsi a tutti gli effetti come vera e propria patria dell’innovazione tecnologia, incentivando la sperimentazione di progetti finalizzati al miglioramento degli standard esistenti, favorendo il pieno ed effettivo radicamento di un ambiente digitale interculturale, fiorente, aperto, particolarmente inclusivo e tipico della Società dell’Informazione per realizzare nuove condizioni di sviluppo culturale, sociale ed economico derivanti dalla diffusione generalizzata delle nuove tecnologie digitali. 

Condividendo la visione programmatica intrapresa dall’Ateneo di Catania mediante la predisposizione di programmi, iniziative e progetti innovativi realizzati negli ultimi mesi, riconoscendo nella persona dell’attuale Magnifico Rettore indiscutibili qualità scientifiche, culturali, professionali e umane, apprezzando in tal senso la Sua recente nomina di Presidente del CRU Sicilia e confidando nella Sua capacità di ascolto diffusamente estesa all’intera comunità universitaria, Generazione Ypsilon propone di:

  •  realizzare un concreto progetto di amministrazione digitale;
  •  adottare efficaci procedure atte a favorire la partecipazione degli studenti al processo decisionale della comunità universitaria;
  •  favorire la crescita della cultura digitale con particolare riguardo alle categorie a rischio di esclusione digitale;
  •  riconoscere espressamente tra le norme dello Statuto vigente in modo solenne la libertà di uso delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Pertanto, è indispensabile pianificare e predisporre iniziative programmatiche dirette a realizzare gli obiettivi sopraindicati a partire dalla revisione dello Statuto Universitario, prendendo in considerazione un percorso di modifica dello Statuto mediante l’introduzione di un nuovo articolo 4-bis affinché si possa sancire la libertà di uso delle nuove tecnologie in favore di tutti i gli studenti per: 

  •  attivare progetti di e-Learning finalizzati alla diffusione di programmi di lezioni didattiche multimediali;
  •  realizzare progetti di comunicazione basati su sistemi VOIP  funzionali al contenimento della spesa mediante economie virtuose derivanti dallo sfruttamento efficiente delle nuove tecnologie, favorendo un reale processo di informatizzazione delle attività amministrative;
  •  promuovere progetti di e-Democracy per migliorare il livello di partecipazione degli studenti mediante la predisposizioni di sistemi di voto elettronico da utilizzare in occasione delle elezioni studentesche per il rinnovo degli Organi di Ateneo.

Proposta e-Learning:

Predisporre un sistema generale di lezioni multimediali mediante l’attivazione del servizio di video-streaming accessibile all’interno di ogni profilo personale di cui è dotato ufficialmente ogni studente regolarmente iscritto presso uno dei Dipartimenti dei Corsi di Laurea dell’Università degli Studi di Catania, affinché ciascun studente sia nelle condizioni di seguire costantemente e quotidianamente le lezioni didattiche del corso di laurea di appartenenza in modalità interattiva, multimediale, dinamica e innovativa. L’attivazione del sistema di e-Learning dovrebbe consentire la visualizzazione della lezione multimediale in tempo reale e la contestuale archiviazione telematica delle precedenti lezioni selezionabili in ordine cronologico e per categoria didattica, in modo da permettere allo studente la possibilità di fruire del materiale didattico necessario per arricchire la propria formazione culturale e perfezionare la propria preparazione di studio in funzione del superamento dell’esame.

UTILITÀ DELLA PROPOSTA:

Razionalizzare la disponibilità delle risorse destinate a garantire il percorso didattico degli studenti mediante una valorizzazione delle tecnologie digitali, cercando di ovviare alle notorie carenze strutturali delle attuali sedi normalmente preposte allo svolgimento delle lezioni didattiche per soddisfare le esigenze formative degli studenti grazie all’attivazione di un sistema generale di e-learning per l’erogazione del servizio di registrazione di lezioni didattiche multimediali che consenta di risolvere il problema dei costi di ristrutturazione di vecchie aule, determinando una minor usura degli immobili universitari e una ridotta spesa di gestione degli stessi; tenendo conto delle esigenze specifiche delle categorie degli studenti-lavoratori e degli studenti-fuorisede, con l’ulteriore possibilità di prendere in considerazione una progressiva riduzione delle tasse universitarie derivante dall’abbattimento dei costi che si potrebbe a tal fine determinare.

Progetto installazione sistema comunicazione VOIP:

Realizzare un piano generale di sostituzione dei tradizionali centralini telefonici e connessi apparecchi forniti in dotazione agli uffici amministrativi con la configurazione di account Skype installati presso ogni ufficio, in  modo da creare un network comunicativo diretto a realizzare gratuitamente il collegamento tra le diverse strutture universitarie, fornendo contestualmente alle 18 Aree Generali dell’Amministrazione di Ateneo appositi pacchetti di “Account Premium” per consentire di effettuare comunicazioni senza limiti di tempo anche verso cellulari e telefoni fissi mediante un costante monitoraggio del credito telefonico acquistato dalla piattaforma Skype per l’effettuazione delle comunicazioni richieste.

UTILITÀ DELLA PROPOSTA:

Razionalizzare i costi normalmente destinati al pagamento delle bollette telefoniche, abbattendo in maniera particolarmente significativa l’entità complessiva della spesa riguardante tale specifica voce di uscita, realizzando un significativo processo virtuoso di contenimento della spesa pubblica e di graduale innovazione sperimentale diretta a predisporre una significativa informatizzazione delle attività amministrative grazie alla valorizzazione delle nuove tecnologie digitali, prendendo atto degli straordinari benefici derivanti dall’uso diffuso, generale e consapevole dei servizi di Information and Communications Technology, in maniera da conseguire la disponibilità di maggiori risorse da destinare alla ricerca e alla sperimentazione accademica mediante la predisposizione di borse di studio, premi e progetti di studio finalizzati a valorizzare i giovani meritevoli, nell’esclusivo interesse del valore primario della cultura caratterizzante l’ambiente accademico.

Progetto e-Democracy:

Predisporre un sistema di voto elettronico per consentire la partecipazione del corpo studentesco in occasione delle elezioni studentesche previste ogni biennio per il rinnovo degli Organi di Ateneo. Il sistema di e-vote dovrebbe essere attivato consentendo l’accesso alla cd.“area riservata” personale del “Profilo Studente” accessibile all’interno del sito web istituzionale dell’Università, previo invio della convocazione tramite e‐mail agli elettori chiamati ad esprimere la propria preferenza con il sistema elettronico. Ciascun elettore sarà abilitato al voto attraverso l’entrata all’interno della sezione “area riservata” del proprio Profilo personale, dove un’apposita funzione consentirà l’accesso al Seggio virtuale per esercitare il proprio voto. Ogni elettore che abbia già esercitato il suo diritto al voto troverà disabilitata la funzionalità del voto elettronico all’interno della pagina personale anche per i successivi accessi effettuati ai fini della consultazione della propria posizione individuale. L’accesso al sistema è consentito solo agli utenti in possesso delle opportune credenziali. Tutte le transazioni avvengono utilizzando il protocollo sicuro https, con chiave crittografata.

UTILITÀ DELLA PROPOSTA:

Favorire una maggiore partecipazione del corpo studentesco in occasione della competizione elettorale per il rinnovo degli Organi di Ateneo grazie alla valorizzazione delle nuove tecnologie digitali, aumentando la percentuale del quorum partecipativo normalmente risultante dagli esiti elettorali degli anni precedenti, creando le condizioni per realizzare un ambiente digitale altamente innovativo e tipico della Società dell’Informazione, predisponendo contestualmente un contenimento dei costi normalmente destinati al normale svolgimento delle operazioni rese necessarie dall’indizione e conseguente attuazione delle procedure elettorali.

Progetto Wifi – Internet per tutti:

Il progetto Wifi per gli studenti universitari è diretto a fornire il servizio di collegamento internet gratuito e la navigazione, gratuita e senza limiti, all’interno della rete, dei servizi telematici erogati dall’Università degli Studi di Catania. L’obiettivo è quello di realizzare un network ufficiale in cui inserire informazioni, dati, notizie, scadenze e comunicazioni riguardanti l’Ateneo e i dipartimenti dei Corsi di Laurea, con la contestuale indicazione degli “hotspot” disponibili. Il progetto potrebbe realizzare anche un’App ufficiale dell’Ateneo per fornire un contatto diretto con i servizi dell’amministrazione, con mappe interattive e suggerimenti riguardanti musei, biblioteche, aule studio, ristoranti mediante segnalazioni geolocalizzate degli utenti ed integrazione dei principali  social network  e siti come Facebook, Twitter o YouTube.

UTILITÀ DELLA PROPOSTA:

Realizzare un concreto piano di investimento infrastrutturale finalizzato alla valorizzazione della banda larga diffusamente disponibile nel contesto di tutte le strutture universitarie coperte dal servizio tecnologico Wifi, per sfruttare gli straordinari benefici derivanti dall’utilizzo consapevole e generalizzato delle nuove tecnologie digitali, attivando contestualmente servizi telematici online per integrare un’efficace network virtuale diretto alla realizzazione di un ambiente digitale pienamente inclusivo, interculturale e innovativo, all’insegna del primato delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.