Chiude il consolato cubano a Washington

102

CUBA – L’Avana. 28/11/13. Cuba ha sospeso i servizi consolari presso la sua sede negli Stati Uniti, dopo le sanzioni imposte da Washington che impediscono il normalmente operato sui conti bancari, lo ha riferito martedì, 26/11/2013, la sezione diplomatica di Cuba a Washington.

Un comunicato della Sezione di Interessi di Cuba nella capitale degli Stati Uniti ha detto che il 12 luglio la Banca M&T ha riferito che non poteva continuare a lavorare con loro. «È stato impossibile fino ad oggi […] trovare una banca statunitense o straniera situata negli Stati Uniti, in cui poter accreditare le operazioni diplomatiche cubane», dice il testo. «Nonostante i molti sforzi fatti dal Dipartimento di Stato e numerose banche», ha aggiunto. Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti a Cuba per cinque decenni di spingere per un cambiamento politico dell’isola e di proibire le transazioni finanziarie con la nazione caraibica.

Entrambi i paesi non hanno relazioni diplomatiche a partire dalla metà degli anni ’70, «c’erano solo gli uffici consolari – a L’Avana e Washington – che svolgevano attività». Si legge nella nota. Cuba ha anche una missione nella sede dell’ONU a New York. «Per questo motivo convincente», dice la nota, i servizi consolari saranno sospesi fino a nuovo avviso. «Il Consolato utilizza i conti bancari solo per le formalità umanitarie, nonché altri compiti in modo limitato». Nessun commento è arrivato dalle banche.

Le autorità cubane hanno ribadito: «Sia il Dipartimento di Stato sia il governo americano hanno l’obbligo giuridico di garantire il rispetto della Convenzione di Vienna nelle relazioni consolari» con cui i paesi ospitanti devono fornire tutti i servizi per il funzionamento delle missioni. Procedure come il rilascio dei passaporti, visti, legalizzazione di documenti sono tra questi compiti. La dichiarazione ha lamentato: «Vi saranno conseguenze negative sul piano culturale, sia su quello sociale come le visite dei familiari, scambi accademici, sport educativo, piano scientifico, e di altra natura tra Cuba e gli Stati Uniti».