Cuba investe nelle sue aree chiave

3

CUBA – L’Avana 02/01/2016. Il governo di Cuba prevede di investire 7 miliardi e 840 milioni di dollari nello sviluppo economico nel 2016, rispetto ai 6 miliardi e 900 milioni del 2015.

Sono questi i dati forti dal ministro dell’Economia e Pianificazione Marino Murillo. Il cinquantotto per cento del totale andrà a settori dell’economia ritenuti “chiave” per il Paese, come il turismo, che è diventato la seconda fonte di valuta estera forte, dopo i servizi professionali, riceverà circa 1,3 miliardi dai dollari nel 2016, ha detto il ministro. Il governo ha stanziato 711 milioni di dollari per investimenti nel settore dell’energia e del petrolio e 608 milioni di dollari per l’agricoltura. Murillo ha detto che 318 milioni saranno dedicati ad affrontare l’impatto di una grave siccità che dovrebbe peggiorare nel 2016, mentre 304 milioni saranno assegnati alle infrastrutture nella zona di sviluppo speciale del porto di Mariel. Murillo ha detto che altri settori prioritari del piano di investimenti per il prossimo anno includono servizi igienico-sanitari, l’industria dello zucchero, le biotecnologie e le telecomunicazioni.