Oltre cinquemila arresti arbitrari a Cuba

20

CUBA – L’Avana 05/05/2016. La Commissione cubana per i diritti umani e la riconciliazione nazionale ha denunciato oltre cinquemila arresti arbitrari nell’isola nei primi quattro mesi del 2016. 

Il rapporto mensile del gruppo di attivisti riporta il dato di 5.351 arresti politicamente motivati; nella relazione si riconosce «l’impossibilità di enumerare gli atti di repressione e il clima di intimidazione contro tutta la società, vittima di massicce campagne di disinformazione e di propaganda» da parte del governo. La repressione politica a Cuba «non si limita a brevi arresti arbitrari», ha detto la Commissione che cita come esempio gli 82 cubani imprigionati per crimini contro lo stato. Questo gruppo di dissidenti è l’unico sull’isola a riportare e pubblicare i dati relativi a questi arresti a Cuba. Il governo cubano, nel frattempo, considera i dissidenti «controrivoluzionari e mercenari».