La forza lavoro di DAESH

12

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 19/04/0216. “The Caliphate’s global workforce: an inside look at the Islamic State’s foreign fighters paper trail” è il recente studio pubblicato dal Ctc (Combating terrorism center) di West Point.

Lo studio contiene un’analisi di oltre 4.600 schede di “personale” dello Stato islamico tra l’inizio del 2013 e la fine del 2014.
Si tratta di dati importanti per capire lo Stato islamico e il flusso di combattenti stranieri nelle sue fila. Come si ricorder.mesi or sono documenti entrarono in possesso dell’emittente televisiva Nbc News e successivamente forniti al Ctc e ad altri enti Usa e non solo. Lo studio fornisce una finestra in quello che possiamo chiamare la forza lavoro globale del Califfato: vi possiamo trovare informazioni sui paesi di origine dei combattenti stranieri, la loro cittadinanza, i punti di entrata in Siria, il loro stato civile, le competenze, le occupazioni precedenti, i livelli di istruzione, la conoscenza religiosa, le precedenti esperienze jihadiste e così via. Nel suo insieme, l’analisi mostra il livello di organizzazione di Daesh attraverso lo sforzo compiuto nell’istruzione e nella “formazione professionale” dei nuovi membri, partendo da un universo incredibilmente vario di reclute.
NBC News entrò in possesso di circa undicimila file. Il CTC è stato in grado incrociare i documenti di Nbc News con un database preesistente sullo Stato islamico gestito dal Dipartimento della Difesa. Dai controlli incrociati si è scoperto che il 98 per cento dei documenti Nbc aveva dei riscontri. Questa analisi fornisce una prima valutazione dei dati.
Il lavoro è ancora lungo, avvisa il Ctc.