Sale la tensione nella Crimea del Nord

7

CRIMEA – Simferopoli 09/08/2016 – Cresce la tensione nella Crimea del Nord per i convogli di armi pesanti russe che continuano ad essere avvistati non lontano dal confine della penisola con la terraferma ucraina.

Stando quanto riportato da Krym.Realii e da Ukraïns’ka Pravda, i tartari di Crimea hanno denunciato la presenza di posti di blocco presenti in diversi posti della penisola, e un insolita grande concentrazione di materiale militare russo nelle regioni settentrionali. Il confine tra l’Ucraina e la penisola russa era stato chiuso per diverse ore il 7 agosto, causando lunghe code. Foto e video pubblicati sul sito web di Krym.Realii, mostrano mezzi militari russi trasportati su treni il 6 agosto nei pressi di Kerch, città portuale orientale. Ukraïns’ka Pravda inoltre citando fonti dell’intelligence militare ucraina riporta che il movimento di truppe e attrezzature appariva legato ad una imminente esercitazione militare russo, la Kavkaz 2016, che dovrebbe iniziare a settembre.