No eventi in Crimea

58

CRIMEA – Simferopoli. 16/05/14. Le autorità della Repubblica di Crimea hanno vietato le manifestazioni pubbliche nella penisola fino al 6 giugno. Notizia che non è piaciuta ai tatari di Crimea visto che ogni anno con un raduno celebrano il giorno della deportazione  e il raduno è previsto per il 18 maggio. Fonte Rbc.ru.

Anche se a dire il vero il Memorial Day dei deportati tartari nel decreto firmato da Sergey Aksenov non è menzionato. Il divieto di compiere eventi, viene motivato con le recenti morti di civili nel sud-est dell’Ucraina, nonché eventuali provocazioni da parte di estremisti che potrebbero entrare nel territorio della Crimea. La decisione, in altre parole nasce per evitare interruzioni della stagione delle vacanze, già iniziata in Crimea.