Zincirli Madrasa ai tartari di Crimea

54

RUSSIA – Mosca 02/05/2015. Il procuratore della Repubblica russa ha stabilito che la madrasa Zincirli, centro educativo e spirituale per i musulmani di Crimea, era stato requisito illegalmente e che doveva essere restituita ai musulmani di Crimea.

La madrasa Zincirli, situata a Bakhchisarai, città nel centro della Crimea, è stato restituito infatti ai musulmani di Crimea, riporta Sputnik. La Zincirli è stata fondata nel 1500 dal Khan Meñli I Giray; era una scuola islamica tradizionale di istruzione superiore e ha diplomato generazioni di studenti tartari di Crimea; al suo interno vi è il cenotafio di Ismail Bey Gaspirali (un famoso intellettuale musulmano). La madrasa prende il nome dalla grande catena (zincir) che sovrasta la porta d’ingresso. Si tratta di una reliquia che obbliga quanti vi entrano a inchinarsi. Secondo il codice russa, tutti i luoghi di culto devono essere restituiti alle organizzazioni religiose, da qui, la procura ha chiesto al governo di Crimea di far tornare la madrasa alle dipendenze dell’Amministrazione spirituale dei musulmani di Crimea. La maggior parte dei musulmani che vivono in Crimea sono tartari della Crimea che praticano l’islam sunnita di scuola hanafita.