CRIMEA. Interrotti i traghetti per la Turchia

91

La Turchia ha bloccato i traghetti dalla Crimea meno di sei mesi dopo la loro ripresa. Lo riporta l’agenzia russa Ria Novosti che cita il direttore della società-operatore delle linea di traghetti Agenzia marittima Crimea Stanislav Gvozdilov.

«Dalla Crimea non partono i traghetti, da due settimane» – ha detto Gvozdilov.
Secondo lui, i motivi della decisione di Ankara non sono stati chiariti; Gvozdilov ha sottolineato che la sospensione di tutti i messaggi e i viaggi ha reso impossibile fornire prodotti e merci alla penisola provenienti dalla Turchia.

Tra la Crimea e la Turchia viaggiavano diversi traghetti; il collegamento marittimo era ripreso nel mese di ottobre dello scorso anno, poi il traghetto russo “Varyag” aveva fatto il suo primo viaggio da Sebastopoli a Zonguldak.
La Crimea era collegata con regolari collegamenti marittimi non solo a Sochi, ma anche alla Turchia e le autorità della penisola russa puntavano a diversificare le rotte e a collegare anche Istanbul, riportava un take di agenzia Ria Novosti nel mese di dicembre 2016.
Nei piani, l’inclusione della tratta verso Istanbul sarebbe dovuta diventare una vera crociera della durata di sette giorni.

All’epoca, le trattative, come riportavano le autorità russe erano rallentate dalle autorità turche poiché i rapporti tra Mosca e Ankara erano tesi, ma i negoziati stavano proseguendo lo stesso.

Lo sviluppo delle crociere tra le diverse località della Crimea e il territorio russo, come quelle tra Sochi, Yalta e Sebastopoli, erano date per operative nella primavera del 2107 come parte dello sviluppo delle relazioni economiche tra Crimea e le località Kuban.

A settembre 2016, inoltre, il presidente russo Vladimir Putin aveva incaricato i ministeri competenti per organizzare per il 2017 la stagione turistica, i servizi aerei e il servizio marittimo tra Sochi e la Crimea.

Sebastopoli e la penisola quindi avevano programmato di incrementare le presenze turistiche da e per la Turchia, e quindi intercettare il flusso turistico internazionale che arriva a Istanbul, per la nuova stagione che sta per aprirsi; la sospensione dei collegamenti turchi per ora ha bloccato il progetto.

Maddalena Ingrao