Credito russo per Teheran

28

di Antonio Albanese IRAN – Teheran 03/10/2016. La Russia ha aperto una linea di credito di cinque miliardi di dollari per finanziare lo sviluppo delle risorse idriche dell’Iran. Secondo quanto riporta Mehr, Iran e Russia hanno collaborato a progetti di esplorazione e sfruttamento delle risorse di acque profonde nel paese, ha detto il vice ministro dell’Energia iraniano Rahim Meidani.

Un precedente accordo aveva previsto l’assegnazione della linea di credito da parte dei russi, ha aggiunto Meidani. Una parte della linea di credito, già approvato dal Majlis, sarà utilizzata per attività di esplorazione congiunte nelle acque profonde dell’Iran. Il progetto di esplorazione dovrebbe costare 250 milioni di dollari statunitensi: «La cooperazione tra l’Iran e la Russia nel campo dell’esplorazione delle risorse d’acqua è limitata alle attività geofisiche».

A fine settembre, Iran e Australia hanno firmato un memorandum d’intesa sulla gestione delle acque e l’utilizzo ottimale delle risorse idriche; l’Iran ha inoltre firmato un documento simile con il Sudafrica ad aprile per cooperare nella gestione delle risorse idriche.

In precedenza, il ministro dell’Energia iraniano, Hamid Chitchian aveva detto che l’Iran stava affrontando una gravissima e complicata crisi idrica.

Molti laghi, pozzi e altre fonti d’acqua si sono prosciugate nel paese negli ultimi dieci anni, Chitchian detto.