Costa D’Avorio: opposizione assente dagli schermi

10

COSTA D’AVORIO – Yamoussoukro 11/09/2016. L’opposizione ivoriana ha manifestato il suo disagio perché le sue istanze e attività non passano sulla televisione e sulla radio nazionale.

È stata questa la prima richiesta alla riapertura del dialogo politico col governo avvenuta nei giorni scorsi.
L’opposizione si è detta sorpresa da questa situazione quando in Costa d’Avorio, i media si sono evoluti, la liberalizzazione dell’etere è oggi una realtà. Secondo l’opposizione, se i media statali fossero stati aperti all’opposizione, la questione della riforma della Costituzione avrebbe potuto essere il grande oggetto di dibattito in modo che gli ivoriani fossero illuminati sulla questione. L’opposizione ritiene che l’assenza di simili dibattiti porta ala tv la presenza di una solo partito quello di governo, peggio dei tempi del partito unico. Questa situazione è stata denunciata dall’opposizione secondo cui dovrebbero essere presi provvedimenti per riformare in profondità l’organizzazione dei media di Stato, l’organizzazione degli organismi di regolamentazione, la professionalità dei giornalisti in modo che la stampa sia all’altezza delle ambizioni della democrazia ivoriana.