CORONAVIRUS. 15 pietre lanciate nello stagno della paura da COVID-19

23

«Stiamo faticosamente accennando i primi passi per uscire da questa tremenda emergenza dell’epidemia di coronavirus. Si riapre, non a pieno, con molti problemi, ma si ricomincia.

Anche se il momento pone l’attenzione sulla sopravvivenza, ci sono argomenti e problematiche importanti da non dimenticare.

Questo libro si legge facilmente e tratta di una serie di temi molto attuali: dallo stato del pianeta ai rapporti in Europa, dal mercato del lavoro al cambiamento nelle imprese, dai flussi migratori al tema complesso dell’inclusione sociale, dalle specie cosiddette aliene di insetti e pesci ai movimenti autonomi delle Sardine e dei Gilet Gialli, dalla sfida della guida autonoma ai computer quantici.

Giusto per ricordarci che il mondo continuerà», 15 Temi Importanti Dopo il Coronavirus.

Si tratta di riflessioni che l’autore Giovanni N. Lanfasi lancia al lettore come sassi in uno stagno: ognuna crea cerchi concentrici che richiamano altre immagini e considerazioni e così via. Lanfasi si lancia a parlare della realtà che vivevamo prima della pandemia e dei suoi contraddittori aspetti, comunicazione, flussi migratori, inquinamento, sovraffollamento e così via, portati all’esasperazione, alcuni, o all’estinzione, altri, proprio dalle diverse serrate, non chiamiamole lockdown, imposte dalle autorità di tutto il mondo per cercare di fermare la diffusione del Covid-19.

Lanfasi ci ricorda fin dalle prime battute che abbiamo messo anche noi ad apertura che il mondo continuerà, e lo farà su diverse basi, con diversi usi e costumi creati dal questo periodo drammatico e caotico che è il nostro attuale quotidiano.

Un quotidiano sia privato che pubblico, sia nazionale che internazionale e che ha dimostrato e mostrato gelosie ed egoismi nazionali, blocco delle mascherine in dogana, ed esempio, alla generosità, interessata o meno, di alcuni stati tesi a occupare spazi di manovra politica nella nuova prateria che si era appena aperta in questo annus horribilis che è il 2020.

Sono 15 temi, 15 sassate contro lo specchio d’acqua immobile e terrorizzato che ogni giorno ci troviamo davanti.

Maddalena Ingrao