Pyongyang pronta a nuovo test nucleare

42

COREA DEL NORD – Pyongynag 13/05/2014. Un sito web statale nordcoreano il 13 maggio ha minacciato un dirigente sudcoreano dicendo che che avrebbe pagato a caro prezzo il suggerimento di far sparire la nazione nordcoreana.

Parlando ai giornalisti a Seoul il 12 maggio, il portavoce del ministero della Difesa, Kim Min- Seok aveva sostenuto che la Corea del Nord meritava a malapena di essere considerato come uno stato e che sarebbe stato meglio se fosse «svanita il più presto possibile». I funzionari sudcoreani generalmente tendono ad avere un basso profilo nella loro critica a Pyongyang e il commento di Kim è stato perciò considerato insolitamente brusco e diretto. «Kim Min-Seok pagherà a caro prezzo le sue affermazioni sconsiderate e calunniose», si legge nel sito nordcoreano, Uriminzokkiri, che riporta notizie dai media statali. Recentemente, le due Coree hanno alzato il livello della retorica nei loro scambi verbali, in un momento di tensioni elevate a causa dei segnali secondo cui Pyongyang si appresterebbe a condurre un nuovo test nucleare. Così dopo le accuse sessiste contro il presidente sudcoreano Park Geun-Hye, i media di stato di Pyongyang hanno recentemente lanciato una serie di accuse razziste contro il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. I giudizi incriminati di Kim Min-Seok sonora conseguenza delle smentite di Pyongyang crelativamente all’abbattimento di tre droni di sorveglianza recentemente recuperati sul lato sud-coreano del confine. Seoul ha detto che un’indagine congiunta con gli analisti statunitensi aveva trovato la “pistola fumante”: i droni provenivano dal Nord ed erano programmati per sorvolare le installazioni militari nel sud.