Corea: il Nord chiede al Sud di rinunciare all’alleato USA

40

COREA DEL NORD – Pyongyang. 02/10/13. Secondo una notizia battuta dall’agenzia di stato russa ITAR TASS i media della Corea del Nord sostengono che finché la Corea del Sud manterrà in vigore l’accordo sulla difesa comune con gli Stati Uniti lo sviluppo di relazioni inter-coreane sarà bloccato.

Il quotidiano della Corea del Nord, il National Newspaper RPDC “Rodong Sinmun”, organo di stampa del partito al governo, oggi ha chiesto l’abrogazione dell’accordo di difesa comune tra gli Stati Uniti e la Repubblica di Corea. A parere di questa pubblicazione, che esprime il parere del Partito dei Lavoratori di Corea del Nord, «fintanto che questo criminale documento che legalizza l’aggressione rimane in vigore, non possiamo aspettarci alcun progresso nelle relazioni inter-coreane».
Sulla penisola coreana come conseguenza di questo accordo, «la minaccia di una guerra nucleare», è un «grave ostacolo per la riunificazione della patria», evidenzia “Rodong Sinmun”.
Il giornale ha detto che negli ultimi anni Washington ha preso provvedimenti per rafforzare i legami politici e militari con Seoul che «mina con grande difficoltà il clima di dialogo tra il Nord e il Sud».
Il primo accordo sulla difesa comune, che si estende ogni cinque anni, è stato firmato da Washington e Seul nel 1991. Attualmente il Pentagono richiede le autorità della Repubblica di Corea di aumentare la spesa per i contenuti sul proprio territorio 28000 soldati americani.

L’argomento è d’attualità anche negli Stati Uniti, molti i senatori che la Concresso in vista dell’approvazione della nuova legge – non approvata- di bilancio hanno parlato di minaccia nucleare coreana. 

Nel frattempo a Seul, Corea del Sud, USA e Kazakhstan hanno rinforzato al difessa contro un eventuale attacco da parte della Corea del Nord: il capo del Pentagono Chuck Hagel ha ribadito, in un incontro a Seul, l’impegno degli Stati Uniti di dotare l’alleato di dotazione militare, tra cui l’ “ombrello nucleare”. «Il piano “fornisce il quadro di un’alleanza strategica per contenere” la Corea del Nord è ora in funzione al momento dell’armistizio e in tempo di guerra. Essa contribuisce alla alleanza capacità di integrazione per massimizzare l’effetto deterrente», si le gge nel comunicato congiunto rilasciato dopo l’incontro.

Il piano indica la possibilità di utilizzare armi per attacchi preventivi contro obiettivi in ​​caso di disponibilità della Corea del Nord di usare armi nucleari, ha detto un portavoce del ministero della Difesa USA. Secondo le stime alleate la Corea del Nord, è armata con più di un migliaio di missili di vario tipo. Nel corso della riunione, il ministro della Difesa Nazionale della Repubblica del Kazakhstan, Kim Kwang-Jin ha detto che il desiderio di Seul è di creare una difesa aerea coreana e anche una difesa missilistica. 

Il clima dunque rischia di diventare di nuovo teso, come nell’aprile di quest’anno.