COREA DEL SUD. Sondaggio sulle sanzioni nordcoreane: la maggioranza vuole l’alleggerimento

35

La maggioranza dei sudcoreani pensa che sia necessario alleggerire le sanzioni sulla Corea del Nord per accelerare la denuclearizzazione della penisola coreana. È questo il risultato di un sondaggio, pubblicato da Yonhap il 27 novembre.

Secondo la ricerca effettuata su 1.000 adulti dal National Unification Advisory Council, organo consultivo presidenziale che si occupa principalmente dei legami intercoreani a lungo termine, il 64 per cento degli intervistati ha espresso il sostegno per l’allentamento delle sanzioni sulla Corea del Nord, anche se i colloqui sulla denuclearizzazione sono in itinere.

Del totale, il 20,4 per cento ha detto di non essere molto favorevole ad un alleggerimento delle sanzioni, mentre l’11,6 per cento ha detto di non essere affatto favorevole. Il sondaggio è stato fatto nel periodo in cui i colloqui sulla denuclearizzazione sono al palo, poiché la Corea del Nord vuole che le sanzioni siano alleggerite o revocate del tutto in cambio di ciò che considera come suoi passi sostanziali per liberarsi delle armi nucleari, mentre gli Stati Uniti vogliono misure più tangibili da Pyongyang.

La Corea del Sud ha tenuto tre vertici intercoreani con il Nord quest’anno, compreso l’ultimo a settembre a Pyongyang. Seoul si è detta intenzionata a espandere la cooperazione economica intercoreana, ma questa sua iniziativa sta affrontando una serie di ostacoli a causa delle sanzioni esistenti sulla Corea del Nord.

Tra gli intervistati, il 55,3 per cento ha dichiarato che il ritmo con cui gli scambi intercoreani stanno avvenendo dal vertice di settembre è soddisfacente, mentre il 41,4 per cento ha risposto che non lo è. Alla domanda su quali aree le due Coree dovranno concentrarsi nei loro scambi transfrontalieri, il 33,9% ha citato le infrastrutture come la costruzione di ferrovie, strade e porti marittimi, riportano i dati del sondaggio.

Per quanto riguarda la possibile visita del leader nordcoreano Kim Jong-un in Corea del Sud, il 60,1% si aspetta che abbia avuto un impatto positivo sullo sforzo politico per la denuclearizzazione e per la costruzione della pace nella penisola coreana. 

Antonio Albanese