COREA DEL SUD. Seul approva una nuova legge a favore di blockchain e criptomonete

51

Il parlamento della Corea del Sud sta introducendo un disegno di legge favorevole alle criptomonete che promuoverà il commercio e lo sviluppo degli scambi, mentre il governo sta lavorando su una piattaforma blockchain per gli elettori.

Come riporta Asia Times, il disegno di legge propone l’istituzione di un comitato per promuovere e sostenere il commercio cripto oltre ai requisiti di capitale, manodopera e sistemi interni. Secondo Bitcoin.com, inoltre, il Digital Asset Trading Promotion Act include un piano globale per stabilire linee guida per promuovere lo sviluppo di scambi di valuta virtuale e la tecnologia blockchain, le riduzioni ed esenzioni fiscali, le misure contro i danni da hacking e quelle di prevenzione delle turbative del mercato. Il disegno legge sarebbe necessario per evitare che le startup blockchain e le società di crittografia lascino il paese, come hanno già fatto in Cina.

Nel dibattito politico, è stato detto che le operazioni di crittografia hanno rappresentato una grande parte delle transazioni azionarie nel paese all’inizio di quest’anno. Il disegno di legge definisce gli attributi del “denaro online” e comprende altri beni digitali, come gli oggetti di gioco e i gettoni di crittografia. Aggiunge che gli gli uffici cambio di criptomonete devono assumersi la responsabilità per gli hacking e la perdita di fondi dei clienti, oltre ad avere più di 3 miliardi di won di capitale per coprire simili perdite.

Tra gli altri punti a favore di questa industria, si segnalano la creazione di un comitato per il commercio dei beni digitali, la promozione di progetti di ricerca e sviluppo, il sostegno finanziario, la formazione professionale e la riduzione delle imposte.

La Corea del Sud sta inoltre sviluppando un sistema di voto a blockchain, secondo Zdnet. Il ministero della Scienza e delle Tlc e la Commissione elettorale nazionale hanno dichiarato che svilupperanno il sistema entro la fine dell’anno. Aumenterà la trasparenza del processo elettorale includendo un sistema di verifica dell’identificazione degli elettori, oltre a fornire agli utenti l’accesso per vedere il loro voto depositato e i progressi elettorali.

Anna Lotti