COREA DEL SUD. Riso sudcoreano per Pyongyang 

59

Sono in corso discussioni tra la Corea del Sud e gli Stati Uniti per ottenere esenzioni dalle sanzioni per inviare aiuti alimentari alla Corea del Nord. Il governo di Seul e il Programma Alimentare Mondiale, Pam, stanno cercando di assicurare le navi che saranno utilizzate per trasportare 50.000 tonnellate di riso verso Pyongyang che sta affrontando una pesante scarsità alimentare.

Il mese scorso, riporta Yonhap, la Corea del Sud ha annunciato il suo piano per fornire 50.000 tonnellate di riso raccolto sul mercato interno alla Corea del Nord attraverso il Pam. Gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni aggiuntive contro la Corea del Nord nel 2017, in base alle quali a qualsiasi aereo o nave in viaggio nel paese è vietato l’ingresso nel territorio americano per 180 giorni.

È la prima volta che la Corea del Sud fornisce riso alla Corea del Nord dal 2010, quando inviò 5000 tonnellate per sostenere la ripresa dai danni delle inondazioni. Sarà anche la prima volta che Seoul ha inviato per la prima volta riso raccolto localmente al Nord attraverso un’agenzia internazionale. Seoul sta spingendo per inviare l’assistenza alimentare al Nord prima dell’inizio della stagione secca a settembre. Il Ministero ha detto che Seoul mira a fare la prima spedizione al Nord a luglio.

La Corea del Sud e il PAM hanno firmato un contratto ufficiale sul piano di assistenza alimentare di Seoul per la Corea del Nord l’11 luglio scorso. Il governo sudcoreano ha detto prima che i dettagli di quando e come e quando esattamente il riso sarà consegnato al Nord devono ancora essere elaborati. Le navi probabilmente trasporteranno il riso utilizzando un “percorso diretto” tra le due Coree senza fermarsi in un paese terzo, un processo destinato a risparmiare tempo e a trasportare l’aiuto a chi ne ha bisogno il più presto possibile.

È raro che una nave navighi direttamente tra le due Coree, che rimangono tecnicamente in stato di guerra, poiché la guerra di Corea del 1950-53 si è conclusa con una tregua, non con un trattato di pace.

Tommaso dal Passo