COREA DEL SUD. Nuovi sottomarini lancia missili per la marina di Kim Jong Un

71

L’agenzia di spionaggio della Corea del Sud ha affermato che la Corea del Nord sta costruendo due nuovi sottomarini in grado di lanciare missili balistici. L’agenzia di stampa Yonhap ha citato un’audizione del Servizio nazionale di intelligence sudcoreano come fonte della notizia.

La Reuters riporta poi le parole di Ha Tae-keungun, parlamentare dell’opposizione nella commissione intelligence del Parlamento: «Uno dei sottomarini che la Corea del Nord sta costruendo può trasportare un missile balistico lanciato da un sottomarino, Slbm,(…) Uno è una classe Romeo modificata e l’altra è una nuova classe medio-grande».

La denuncia del Nis arriva tre settimane dopo che la Corea del Nord ha mostrato i suoi nuovi missili balistici a lungo raggio durante una parata militare che segnava il 75° anniversario della fondazione del Partito dei lavoratori al potere.

«Continueremo a costruire il nostro potere di difesa nazionale e la nostra autodifesa come deterrente di guerra… di fronte a forze ostili», sottolineò all’epoca il leader nordcoreano Kim Jong-un, ma giurò che il potere militare del Paese non sarebbe stato usato in via preventiva.

Le osservazioni del Nis sono arrivate in mezzo alle affermazioni dei funzionari di Seoul e Washington che il Nord potrebbe iniziare a svelare nuove armi strategiche. Pyongyang ha anche esposto l’Hwasong-15, il missile a più lunga gittata mai testato e quello che si pensa sia un nuovo missile balistico lanciato da un sottomarino, Slbm.

La Corea del Nord aveva sospeso i suoi test nucleari e missilistici e nel 2018 aveva demolito un sito di test nucleari come segno di buona volontà nel corso della diplomazia allora in corso con gli Stati Uniti. Kim ha incontrato tre volte il presidente statunitense Donald Trump, ma la diplomazia si è gradualmente fermata a causa del rifiuto di Washington di revocare le dure sanzioni contro Pyongyang in cambio delle misure di buona volontà.

Maddalena Ingrao