COREA DEL SUD. Kim Jong Un il salutista

144

La produzione di una popolare marca di sigarette della Corea del Nord è stata bruscamente sospesa su ordine di Kim Jong-un, e le sigarette sono praticamente scomparse dai mercati nazionali.

La sigarette marca ‘Kumsugangsan, che in “coreano” sta per “terra di bellezze naturali”, rivela una fonte citata dal giornale, sono state ritirate dal mercato: «Una fonte di Pyongyang ha detto a Daily Nk che durante un incontro per promuovere la produzione di prodotti nazionali, Kim Jong Un ha detto che il nome delle sigarette prodotte in collaborazione con la Cina non riflette con precisione lo “stato reale” della Corea del Nord. Poco dopo, la sigaretta non era più prodotta ed è stata sostituita con la sigaretta marchio Pyongyang (…) Ogni fabbrica di sigarette produce merci secondo l’indice annuo della produzione di tabacco. La società è stata costretta a produrre Pyongyang invece di Kumsugangsan, nonostante i piani di produzione prestabiliti. Al fine di mantenere i livelli di produzione e il conseguente profitto, è stato deciso che la marca Pyongyang sarebbe stato venduta a 4000 won, alla pari con il costo delle Kumsukangsan».

Kim Jong-un avrebbe detto in una riunione di partito che il nome «Kumsukangsan evoca un’immagine di acque verdi e incontaminate, che non è in linea con la realtà del nostro paese», secondo la fonte, sarebbe una critica alla vasta deforestazione e alla loro protezione insufficiente o alla manutenzione dei corsi d’acqua del Paese».

Non è la prima volta che Kim Jong-un ha fatto riferimento a tali problemi. Durante una visita alla centrale Tree Nursery a Pyongyang nel 2014 disse: «Le risorse forestali del paese si sono ridotte in massa durante il Marzo Arduo (periodo di carestia diffusa a metà degli anni 1990, ndr), e lo stato della spoliazione delle foreste è molto grave».

Kim Jong-un sembra stia cercando di promuoversi come un leader che è pienamente impegnata con le realtà del paese. Questi sforzi, tuttavia, lasciano poche impressioni favorevoli nei residenti.

La misura di restrizione della produzione delle sigarette ha anche un lato ridicolo: le campagne di sensibilizzazione per limitare il fumo sono state considerate non credibili, dato che Kim Jong Un appare in pubblico e attraverso i media di stato, mentre fuma incessantemente.

Luigi Medici