COREA DEL SUD. Il THAAD su un campo da golf

75

Il ministero della Difesa della Corea del Sud il 28 febbraio ha firmato un accordo per il terreno cui posizionare il Thaad con il Lotte Group.

Il Lotte Group, riporta il cinese Giornale del Popolo, è il quinto più grande conglomerato a controllo familiare del paese; si dice che abbia accettato di offrire la sua terra per ospitare il Thaad in cambio dell’immunità per il suo presidente e il ripristino della licenza per negozi duty free.

Il ministero della Difesa, riporta Xinhua, ha detto che il contratto per lo scambio di terreni militari con il campo da golf di proprietà Lotte è stato formalmente firmato all’inizio della giornata del 28 febbraio.

Lotte International, una branca del Lotte Group che possiede il campo da golf dove si andrà a piazzare lo scudo missilistico, ha tenuto un Consiglio di Amministrazione il 27 febbraio per l’approvazione del contratto.
Il sito per il Thaad, ora, è il campo da golf a Seongju nella provincia sudcoreana del Nord Gyeongsang.

Appena un giorno prima dell’annuncio del cambiamento del sito, il mandato d’arresto per il presidente del Lotte, Shin Dong-bin è stata respinta da un tribunale di Seoul; Shin era accusato di appropriazione indebita di milioni di dollari.

Lotte ha anche riacquistato la sua licenza duty free a dicembre 2016, nonostante il suo presunto coinvolgimento nello scandalo che ha travolto il presidente Park Geun-hye.

Il gigante sudcoreano della vendita al dettaglio è sospettato di aver donato milioni di dollari a fondazioni senza scopo di lucro controllate da Choi Soon-sil, confidente di Park, al centro dello scandalo.

Oltre alle donazioni, Lotte potrebbe aver accettato il contratto di scambio del terreno con il ministero della Difesa in cambio dell’immunità per Shin.

Lotte dipende dai consumatori e turisti cinesi in Corea del Sud per la gran parte del suo fatturato nei negozi duty free e altri servizi di vendita al dettaglio, e Pechino potrebbe boicottare prodotti e servizi del gruppo.

Il campo da golf è valutato a circa 89 miliardi di won e sarà scambiato per una terra militare nella provincia di Gyeonggi nei pressi della capitale Seul, secondo il comunicato stampa del ministero della Difesa.

I negoziati per la fornitura terra saranno lanciati come il primo passo tra le autorità militari degli Stati Uniti e Corea del Sud. Seguirà poi la base di progettazione di base, la valutazione degli effetti ambientali e di costruzione.

Per risparmiare tempo, e rispettare il calendario del 2017, le diverse procedure dovrebbero essere eseguite simultaneamente.

Tommaso dal Passo