COREA DEL SUD. Chiudere Yongbyon e ok agli ispettori, unica via per Pyongyang

96

Il ministro degli Esteri della Corea del Sud ha detto che il leader nordcoreano Kim Jong-un dovrebbe fare passi concreti verso la denuclearizzazione per mantenere le sue promesse sullo sviluppo economico, mentre i leader sia degli Stati Uniti che della Corea del Nord esprimono ottimismo sul loro prossimo vertice

La chiusura del complesso nucleare di Yongbyon e lo smantellamento dei principali impianti missilistici in presenza di ispettori stranieri sono le misure che Pyongyang potrebbe suggerire durante il secondo vertice tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un; a fare l’ipotesi è stato il ministro degli Esteri sudcoreano Kang Kyung-wha al World Economic Forum di Davos, come riporta il Korea Herald. Kim Jong Un ha promesso molte volte al suo popolo di «portare il paese verso lo sviluppo economico», ho detto il Ministro. 

«Deve farlo, e non otterrà alcun tipo di assistenza significativa a meno che non compia passi concreti verso la denuclearizzazione e in qualche modo alleggerisca il regime delle sanzioni», ha poi affermato Kang. 

Con il secondo vertice Kim-Trump all’orizzonte, tutti gli occhi sono puntati sugli impegni specifici che la Corea del Nord offrirà come passi in avanti verso la rinuncia alle sue armi nucleari e sugli incentivi che gli Stati Uniti forniranno per far progredire i negoziati. Le osservazioni di Kang sono arrivate quando sia Trump che Kim hanno espresso grandi aspettative per il secondo vertice, che si svolgerà a fine febbraio, dopo i negoziati ad alto livello e a livello operativo delle ultime settimane.

Nell’incontro con la delegazione tornata da Washington dopo il secondo round di colloqui tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti la scorsa settimana, Kim ha espresso “grande soddisfazione” per aver ricevuto una lettera da Trump, secondo Kcna.

«Ha parlato molto del Presidente Trump per aver espresso la sua insolita determinazione e volontà di risolvere la questione con grande interesse per il secondo vertice Rpdc – Usa», riporta l’agenzia nordocreana.  Nel frattempo, Trump giovedì scorso ha approvato il suo prossimo vertice con Kim e ha difeso i risultati ottenuti nel suo primo incontro con il leader nordcoreano a Singapore in giugno, dicendo che molto è stato fatto: il Nord ha interrotto i test nucleari e missilistici, ha restituito gli ostaggi e i resti dei soldati americani uccisi durante la guerra di Corea.

Antonio Albanese