COREA DEL NORD. Washington ci attaccherà, così noi…

4382

Gli Stati Uniti cercano la guerra con la Corea del Nord, un azzardo pericoloso avverte il governo di Pyongyang.

Un take della Kcna, afferma che «Il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sta  trionfalmente affermando che ha individuato uno scenario per attaccare la Rpdc a  comando di Trump. Trump non sta nascondendo lo scenario dell’attacco militare, affermando che “l’epoca della pazienza strategica con la Corea del Nord è finita” e che “gli Stati Uniti hanno uno scenario forte e preciso”». Kcna collega il lancio di missili balistici in risposta al lancio Icbm del 4 luglio, l’esercitazione aerea congiunta con Seul, la sostituzione dei tubi di lancio per i missili da crociera Tomahawk nelle navi classe Virginia in maniera da poter aumentare la loro capacità di attacco di oltre tre volte per affermare che Washington è pronta ad attaccare la Rpdc.

«È solo l’ultimo sforzo della fossa che gli Stati Uniti stanno scavando, estremamente spaventati dalla straordinaria forza strategica della Rpdc (…) Ciò dimostra che le mosse dell’amministrazione statunitense hanno raggiunto una fase estremamente pericolosa.

L’amministrazione di Trump, dopo aver scartato l’opzione militare dalla sua politica “massima pressione e impegno”, sta ora gridando apertamente di “effettuare un attacco militare” contro la Rpdc (…) attraverso un improvviso attacco preventivo». Per Pyongyang, gli Stati Uniti la stanno ora accusando di essere andata oltre la “linea rossa”, ricorrendo a provocazioni militari «Ma sono solo gli Usa che in realtà l’hanno superata».

Pyongyang minaccia un proprio attacco « per ridurre gli Stati Uniti in cenere. Il gioco d’azzardo nucleare fatto dagli Usa li precipiterà nel peggiore disastro in cui la loro terraferma si trasformerà in cenere. Il destino degli Stati Uniti diventerà tragico dal momento in cui metterà in pratica la sua opzione militare».

Nel frattempo Washington continua  a esaminare un boicottaggio secondario per bloccare definitivamente le risorse per sviluppare i programmi nucleari e missilistici nordcoreani.

Antonio Albanese