COREA DEL NORD. Venti di guerra: i soldati di Kim sono pronti

5548

Ai soldati nordcoreani è stato ordinato di rubare il mais per assicurarsi che siano “pronti a combattere” per una “guerra imminente”.

Secondo quanto riporta Nk News, gli ufficiali hanno dato ai loro uomini il permesso di razziare i raccolti. NK News che cita fonti nella regione del Ryanggang, afferma che i soldati cercano di vendere mais non maturo in diversi mercati

Inoltre, gli ufficiali stanno istruendo i loro soldati, dopo l’addestramento, a mangiare il mais nei campi perché la guerra è imminente; chi non lo fa viene punito. Queste razzie stanno scatenando le ire dei residenti.

La notizia delle razzie di guerra sono state rese pubbliche proprio mentre le forze aeree sudcoreane e statunitensi hanno condotto un’esercitazione di interdizione aerea come rappresaglia per il recente lancio di missili balistici da parte della Corea del Nord, ha dichiarato l’aviazione sudcoreana.

In effetti Due bombardieri “Lancer” B-1B di Guam, F-15K della Corea del Sud e quattro F-35B hanno condotto questa esercitazione, assieme a quattro caccia della base aerea Iwakuni del Marine Corps del Giappone, e quattro aerei sudcoreani.

I B-1B sono dislocati a Guam, obiettivo annunciato di un attacco nordcoreano.  I velivoli hanno simulato un bombardamento di precisione contro le strutture nordcoreane di Pilseung Range, nella provincia montuosa orientale di Gangwon.

A livello diplomatico, il rappresentante permanente della Rpdc presso l’Ufficio delle Nazioni Unite e le organizzazioni internazionali a Ginevra ha continuato ad addossare la colpa della situazione nella penisola coreana agli Usa e ai suoi alleati, perché conducono esercitazioni belliche una dopo l’altra vicino alla penisola con enormi risorse nucleari strategiche coinvolte.

Come riporta Kcna. «le esercitazioni militari congiunte Stati Uniti – Corea del Sud messe in scena nella Corea del Sud ogni anno assumono una natura aggressiva e provocatoria e aumentano il pericolo di una guerra nucleare sulla penisola coreana e mettono a repentaglio la pace e la sicurezza nella regione e nel mondo (…) Ora che gli Stati Uniti hanno apertamente rivelato il loro piano ostile mentre mettono in scena esercitazioni militari congiunte per aggredirci nonostante i nostri avvertimenti, diventa un esercizio a pieno titolo del diritto all’autodifesa per la Rpdc di prendere forti contromisure, e la responsabilità delle conseguenze catastrofiche che ne deriveranno sarà degli Stati Uniti che hanno optato per un confronto militare con la Rpdc».

Antonio Albanese