COREA DEL NORD. Una donna guiderebbe l’esercito di Pyongyang

106

La sorellastra del leader della Corea del Nord Kim Jong-un potrebbe essere alla guida Comando Supremo dell’Esercito Popolare della Corea del Nord. Secondo quanto riporta Yohap, Kim Sol-song sta guidando il massimo organo militare nordcoreano, quest’organo è stato creato sotto il regime di Kim Jong-il, per aiutare il leader nella gestione delle cose militari. Kim Jong-un ne è alla guida, ma in realtà, riporta Yonhgap, Kim Sol-song ne è la responsabile.

Kim Sol-song è nata nel 1974, figlia dell’anziano Kim Jong-il e della sua seconda moglie, Kim Yong-suk.

L’attività pubblica di Kim Sol-song non è ancora molto nota; suo fratello Kim Jong-un è divenuto il comandante supremo della Kpa il 30 dicembre 2011, circa due settimane dopo la morte del padre Kim Jong-il, e la sorella potrebbe essere il vice presidente del comitato Centrale del partito dei lavoratori di Corea e il primo vice presidente della Commissione Affari di Stato.

Attualmente, il comitato centrale del PLC è costituito dal presidente Kim Jong-un e da nove vice presidenti, tra Choe Ryong-hae.

La Commissione affari di stato, ente statale, è stata istituita nel giugno dello scorso anno, in sostituzione della Commissione di Difesa Nazionale, che ha svolto un ruolo fondamentale sotto il regime di Kim Jong-il. L’organo è guidato dal presidente Kim Jong-un e ha tre vicepresidenti, tra cui Hwang Pyong-so. Da tempo si pensa che Kim Sol-soing stia esercitando un’enorme influenza sul processo decisionale della Corea del Nord.

Addirittura, gli studiosi sentiti da Yonhap, ritengono che possa essere stata lei ad ordinare l’uccisione di Kim Jong-nam, in Malesia.

Non va dimenticato però che oggi, Kim Sol-song, dopo la scomparsa del fratellastro, potrebbe essere il prossimo obiettivo del leader del Nord proprio perché gli starebbe facendo ombra.

Luigi Medici