COREA DEL NORD. Smartphone cinesi e terrorismo a Pyongyang

118

Kim Jong-un ha emesso nuove direttive per punire severamente che venga pizzicato a utilizzare telefoni cellulari cinesi per effettuare chiamate al di fuori del paese. Gli ordini sono in chiara contraddizione con un ordine precedente sulla cessazione delle violazioni dei diritti umani.

«Dopo l’epurazione di un certo numero di funzionari del Dipartimento di Sicurezza dello Stato, la sorveglianza e il monitoraggio dei residenti è in realtà aumentato. Il regime fa sforzi dilaganti per arrestare gli utenti di telefoni cellulari cinesi, che possono essere utilizzati per accedere alle informazioni al di fuori del paese e facilitare le defezioni», riporta Daily Nk citando fonti della provincia nordcoreana di Ryanggang.

«In particolare, l’ordine specifica di “punire e torturare gli utenti di telefoni cinesi”» come contromisura. Sembra che il regime sta ancora perseguendo una strategia di terrore, utilizzando pene per reprimere le telefonate verso il mondo esterno». Daily Nk afferma che, nonostante i recenti ordini di abolire le violazioni dei diritti umani, i metodi di vecchia data come la tortura per interrogare gli utenti di telefonia cinese possono continuare senza sosta.

Il regime aveva recentemente eliminato Kim Won Hong e aveva emesso l’ordine di «eliminare la tortura e la violenza», accusando il Ssd, cioè la sicurezza dello stato, nel tentativo di venire incontro alla popolazione. Ma ora ha chiarito che queste nuove regole non verranno applicate agli utenti di telefoni cellulari cinesi.

E Infatti, la caccia agli utenti di telefonia mobile cinese si è intensificata. Kim Jong-un ha emesso ordini espliciti secondo cui chi è catturato debba essere eseguito come «traditore che cospira con il governo fantoccio della Corea del Sud».

Perché tanta paura degli smartphone cinesi? «I telefoni cellulari cinesi stanno aiutando le persone a capire che la propaganda del regime è falsa attraverso l’accesso alle informazioni esterne. Sembra che le autorità ritengono che il blocco dell’informazione sia essenziale per mantenere in piedi il regime», spiega il giornale; «le autorità ritengono che le defezioni possono essere interrotte se i residenti non sono in grado di comunicare con il mondo esterno. Pertanto, la punizione degli utenti di telefonia mobile cinesi è destinata a diventare più pesante».

Tuttavia «gli utenti di telefoni cellulari cinesi hanno spesso stretti rapporti con gli agenti di sicurezza. Gli agenti forniscono anche informazioni su come evitare l’arresto in cambio di una tangente. Pertanto, sarà impossibile per il regime riuscire a completamente sradicare l’uso di telefoni cinesi» conclude Daily Nk.

Tommaso dal Passo