COREA DEL NORD. “Siete ridicoli. Non troverete mai i nostri ICBM”

1975

La Corea del Nord ha detto, il 2 settembre, che ogni tentativo della Corea del Sud e degli Stati Uniti di individuare i suoi lanciamissili mobili sarebbe stato inutile, se non addirittura ridicolo, dopo una recente esercitazione militare sudcoreana tesa individuare e distruggere i vicoli lanciatori di Icbm della Corea del Nord.

Le truppe speciali della Marina della Corea del Sud hanno effettuato questo tipo di addestramento per infiltrarsi nel territorio nemico e localizzare e distruggere i lanciatori del Nord nella regione costiera orientale il 24 agosto, parte delle esercitazioni annuali del Ulchi-Freedom Guardian tenute congiuntamente con gli Stati Uniti, riporta Yonhap.

Pyongyang ha usato simili lanciatori mobili per spostare un missile balistico e innalzarlo verticalmente per evitare la sorveglianza da parte dei satelliti spia.

Il Rodong Sinmun, organo dei partito del Lavoratori che governa la Repubblica Popolare di Corea, ha detto in un editoriale che le esercitazioni militari sudcoreane del 24 agosto tese a cercare e distruggere i lanciatori erano «ridicole».

«Le nostre armi strategiche sono pronte ad annientare completamente le roccaforti dell’aggressione e della provocazione da qualsiasi regione imprevedibile e luogo in qualsiasi momento (…) Gli Stati Uniti e il Giappone hanno mobilitato tutti i loro mezzi di intelligence per la sorveglianza 24 ore su 24 su di noi, ma non sono riusciti a rilevare il tempo e il luogo di lancio dei nostri missili balistici».

Il giornale poi fa notare che anche gli Stati Uniti hanno dato un’alta valutazione all’esercito nordcoreano per le sue capacità di mimetismo, occultamento e capacità d’inganno degli strumenti di rilevamento.

«Ogni tentativo dei burattini di scoprire e distruggere in anticipo i nostri lanciatori non è altro che un sogno stupido. I burattini in Corea del Sud non eviteranno mai catastrofi fino a quando continueranno a girare a vuoto» prosegue l’editoriale del Rodong Sinmun.

Antonio Albanese