COREA DEL NORD. Registrato un nuovo terremoto. Altro test nucleare?

86

Un terremoto di magnitudo 3,5 si è verificato nella parte nord-orientale della Corea del Nord, vicino al sito del sito nucleare nordcoreano di Punggye-ri, ma non si sa se si tratti di un test nucleare o meno. Secondo i dati pubblicati dal China Earthquake Networks Center, Cenc, e ripresi da Xinhua, il sisma è stato probabilmente causato da un’esplosione artificiale, in quanto ha avuto luogo nella stessa località dove si è verificato il sesto test nucleare della Corea del Nord. Questo evento arriva in un momento di crescenti tensioni tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord, con una serie di minacce ed insulti anche personali tra il leader nordcoreano Kim Jong Un e il presidente statunitense Donald Trump.

Il servizio di monitoraggio dei terremoti statunitense ha detto che l’ evento si è svolto alle 16:59 ora di Pyongyang, magnitudo 3,5 ed è avvenuto ad una profondità di 5 km. Le forme d’onda per questo evento sono diverse da quelle degli eventi precedenti effettuati nel sito. 

L’Agenzia meteo della Corea del Sud, ripresa da Yonhap, ha dichiarato che potrebbe essere stato un evento naturale. Il luogo dove si è verificato il terremoto è a 20 chilometri a sud-est dal luogo in cui è stato condotto il sesto test nucleare.

L’Amministrazione Meteorologica della Corea del Sud ha confermato, tuttavia,  un evento di magnitudo 3.0 e ha detto che si è verificato nella zona di Kilju nella provincia nordcoreana di Hamgyeong.

Se si trattasse di un test nucleare, la bassa magnitudo suggerirebbe un rendimento molto inferiore rispetto al test della bomba all’idrogeno del 3 settembre, che ha innescato un evento sismico di magnitudo 6,3. Altra possibilità, nel caso in cui il tremore non fosse causato da una esplosione nucleare, è il crollo dell’infrastruttura dei tunnel nel sito di prova.

Luigi Medici