COREA DEL NORD. Pyongyang ricostruisce l’economia con Pechino

84

Pechino sosterrà gli sforzi della Corea del Nord per ricostruire la sua economia, lo ha detto il ministro degli Esteri cinese dopo che il Nord si è impegnato a sospendere i test nucleari e dare la priorità alla crescita economica. Wang Yi ha detto nel suo incontro con la controparte nordcoreana Ri Yong-ho che i due alleati avrebbero rafforzato le comunicazioni strategiche e la Cina avrebbe «continuato a svolgere un ruolo dovuto e positivo nel processo politico per la soluzione politica delle questioni della penisola», riporta un comunicato del ministero degli Esteri cinese ripreso da Scmp.

Nella sua due giorni a Pyongyang, Wang ha ribadito l’impegno ad approfondire le relazioni tradizionali tra i paesi vicini, assunto dal presidente Xi Jinping e dal leader nordcoreano Kim Jong-un durante la visita di Kim a Pechino nel mese di marzo: «L’amicizia tradizionale tra Cina e Corea del Nord è la fortuna reciproca delle due parti, ed è una scelta strategica per ereditare e sviluppare le relazioni amichevoli tradizionali (…) La Cina collaborerebbe con la Corea del Nord (…) per migliorare le comunicazioni e il coordinamento tra i servizi politici e diplomatici delle due parti, e portare avanti la cooperazione pratica in materia di economia e commercio».

Ri ha detto a Wang che Kim apprezza la tradizionale amicizia con la Cina, e che la Corea del Nord vorrebbe mantenere una stretta comunicazione con Pechino sulla denuclearizzazione e il processo di pace nella penisola, secondo la dichiarazione del ministero degli Esteri cinese. 

La visita di Wang è giunta in un momento in cui Pechino e Pyongyang hanno lavorato per ristabilire relazioni che erano tese dai ripetuti test nucleari di Kim e dal sostegno di Pechino a una serie di severe sanzioni Onu. Le tensioni nella penisola coreana si sono rapidamente allentate dall’inizio dell’anno, quando Kim ha proposto un dialogo immediato con la Corea del Sud e successivamente un incontro con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Giorni prima del suo storico vertice con il presidente sudcoreano Moon Jae-in, Kim ha annunciato che avrebbe sospeso il programma nucleare della Corea del Nord e concentrare le sue risorse sulla ricostruzione della sua economia, tra lo scetticismo di molti osservatori internazionali.

Nel suo incontro con Ri, Wang ha elogiato il vertice intercoreano e ha espresso la sua speranza per “progressi sostanziali” nel fondamentale incontro tra Kim e Trump, che si terrà probabilmente tra poche settimane. 

Il 3 maggio, inoltre, Donald Trump ha lasciato intendere che ci saranno notizie imminenti su tre americani detenuti nella Corea del Nord, dopo che una serie di voci ne aveva dato il trasferimento dal campo di lavoro di lavoro ad un hotel a Pyongyang. Si tratta di Kim Hak-song, Kim Sang-duk e Kim Dong-chul. Fonti diplomatiche di Pyongyang hanno affermato che si vociferava che i tre fossero stati trasferiti, ma non vi era stata alcuna conferma del loro esatto luogo di residenza. 

La questione era stata discussa il mese scorso, quando il Segretario di Stato americano Mike Pompeo si era recato a Pyongyang.

Antonio Albanese