COREA DEL NORD. Pyongyang fortifica il confine e Washington schiera nuovi droni d’attacco

190

La Corea del Nord ha potenziato le apparecchiature di sorveglianza sulla costa occidentale vicino alle isole più a nord-ovest della Corea del Sud. L’esercito sudcoreano ritiene che le nuove attrezzature non siano solo per la sorveglianza, ma anche per scopi offensivi. La fortificazione arriva nonostante il mistero della Difesa sudcoreano si sia impegnato, in un briefing al presidente Moon Jae-in, a «discutere con il Nord la creazione di una zona di pace nel Mare Occidentale (…) Il Nord ha recentemente installato attrezzature di sorveglianza vicino alle isole più a nord-ovest», ha detto una fonte militare, citata da Chosun Ilbo, «sembra essere parte di una strategia globale per migliorare le capacità militari in quelle isole».

La maggior parte delle attività di sorveglianza del Nord si basava sul controllo manuale fatto da operatori, ma le nuove attrezzature possono essere utilizzate dall’interno dei bunker. Al contrario, il drone di sorveglianza della Corea del Sud, Heron, che in passato era dispiegato in quell’area, è rimasto a terra da quando si è schiantato nel febbraio 2018: «Potremo riprendere le operazioni di drone il mese prossimo», hanno fatto sapere militari dei Seul.

Nel frattempo, riporta Korea Times, la Marina degli Stati Uniti ha dispiegato il suo primo sistema di velivoli senza pilota MQ-4C Triton, Uas, nelle sue basi militari di Guam, secondo la Settima flotta statunitense con sede a Yokosuka, Giappone. È la prima volta che gli Usa sono stati assegnati al comando della Settima flotta statunitense, una mossa tesa a rafforzare la capacità d’intelligence nel Pacifico occidentale e, in particolare, verso Cina e Corea del Nord.

Secondo la flotta, lo U.S. Unmanned Patrol Squadron – Vup -19, il primo squadrone Uas Triton, opererà e manterrà due dei velivoli per migliorare le sue capacità operative iniziali, di alta quota e di lunga durata nel settore marittimo. La U.S. Commander Task Force (CTF) 72, della Marina Militare degli Stati Uniti, nella base aerea di Misawa, sempre in Giappone, guiderà i pattugliamenti, ricognizione e sorveglianza della Settima flotta.

La flotta Usa opererà quattro veicoli aerei, tra cui l’Mq-4C Triton, l’antisommergibile P-8 Poseidon e P-3 Orion e Ep-3, la versione da ricognizione del P-3 Orion, per la capacità operativa iniziale della flotta a supporto delle operazioni. Il Triton condurrà missioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione che completeranno l’operato del P-8A Poseidon. 

Il dispiegamento a Guam è avvenuto nello stallo dei colloqui sulla denuclearizzazione, e alla luce delle minacce e prime mosse nordcoreane di ripresa delle attività nucleari e balistiche.

Antonio Albanese