COREA DEL NORD. Pyongyang firma accordi con la Siria

118

La Siria e la Repubblica democratica popolare di Corea, Rpdc, hanno firmato memorandum d’intesa e una serie di programmi esecutivi per la cooperazione nei settori dell’istruzione, dell’industria, dell’edilizia abitativa e degli investimenti. Stando a quanto riporta la Syrian Arab News Agency, Sana, agenzia di stampa ufficiale di Damasco, gli accordi sono stati firmati alla chiusura della decima sessione del Comitato economico misto siriano-nordcoreano tenutasi il 5 maggio a Pyongyang.

Gli accordi sono stati firmati dal ministro delle Finanze siriano Maamoun Hamdan e dal ministro delle Relazioni economiche esterne della Rpdc Kim Yong Jae. Gli accordi comprendono il programma esecutivo dell’accordo di cooperazione nel settore dell’istruzione, firmato dal ministero dell’Istruzione siriano e dalla Commissione per l’istruzione della Rpdc per il 2018 /2020, nonché il programma esecutivo di cooperazione nel settore industriale tra il ministero dell’Industria siriano e il ministero delle Relazioni economiche esterne della Rpdc per il biennio 2018/2020.

È stato, inoltre, firmato il programma esecutivo di cooperazione in materia doganale tra la Direzione generale delle dogane siriane e l’Amministrazione doganale della Rpdc per il 2018 e il 2019.

Sono stati firmati poi due memorandum d’intesa: il primo per la cooperazione nel settore della promozione degli investimenti tra l’Agenzia siriana per gli investimenti, Sia, e il ministero delle Relazioni economiche esterne della Rpdc, e il secondo riguardante il settore dei lavori pubblici e degli alloggi, firmato tra il ministero siriano dei Lavori pubblici e degli Alloggi e il ministero del Controllo statale delle costruzioni della Rpdc. Le due parti hanno convenuto di tenere l’undicesima sessione del Comitato economico misto siriano-nordcoreano a Damasco nel 2019.

La Corea del Nord considera la Siria un alleato chiave; ad aprile 2017, la Kcna riportava le parole di condanna del suo leader Kim Jong Un dopo il bombardamento Usa scatenato dall’uso di gas sarin su Idlib. IN precedenza Kim e il leader siriano Bashar al-Assad si erano scambiati messaggi di auguri e pegni di amicizia e di cooperazione tra i due paesi.

Kim aveva riconosciuto la lotta siriana nell’«affrontare simili sfide come le azioni sinistre di terroristi di tutto il mondo e ha incoraggiato la Siria a superare con successo la crisi a colpo sicuro», riportava Kcna.

Antonio Albanese