COREA DEL NORD. Pyongyang aizza il sentimento antinipponico

79

La Corea del Nord ha festeggiato il 100° anniversario della creazione di un gruppo anti-giapponese che è stato istituito dal bisnonno del leader Kim Jong-un. Secondo quanto riporta la Kcna, la Corea del Nord ha tenuto un grande evento celebrativo per commemorare l’anniversario della fondazione dell’Associazione Nazionale Coreana, che è stata creata da Kim Hyong-jik, il padre del fondatore della Corea del Nord Kim Il-sung.

La Kna è stata costituita il 23 marzo, 1917 come un’associazione segreta volta a liberare la Corea, cioè l’intera penisola coreana unita, dal dominio coloniale del Giappone (1910-45), riporta l’agenzia di stato che definisce Kim come «un eccezionale leader del movimento di liberazione nazionale anti-giapponese (…) Sotto la guida di Kim Hyong-jik, il Kna ha stimolato in modo dinamico lo sviluppo indipendente e uniforme del movimento di liberazione nazionale», riporta il take di agenzia.

I festeggiamenti della Corea del Nord sul bisnonno di Kim Jong-un sono stati considerati come una mossa per dare sostegno al culto della personalità di Kim Jong-un e la sua legittimità di avere sangue reale.

In Corea del Nord, i discendenti dei guerriglieri che hanno combattuto contro i colonialisti giapponesi sono considerati come dinastie che godono di determinati privilegi.

La Corea del Nord sta cercando di fare del 2017 l’apice del culto della personalità per il suo leader quando il suo governo è entrato nel sesto anno dopo la morte improvvisa del padre Kim Jong-il nel 2011.

Pyongyang  ha in programma di organizzare eventi internazionali nel prossimo mese di agosto per esaltare le realizzazioni dei tre Kim sul Monte Paektu, la vetta più alta nella penisola coreana, e nella capitale.

Con la grande copertura che sta dando la Kcna all’evento, di fatto sono stati oscurati altri eventi più drammatici che stavano montando nel paese, come la morte di Kim Jong-nam.

Luigi Medici