COREA DEL NORD. Pyongyang rigetta le accuse ONU

188

Pyongyang rigetta le accuse di voler la guerra dopo il suo lancio del missile Hwasong-12. Un portavoce del ministero degli Esteri della Rpdc, ripreso dal Rodong Sinmun ha detto che: «Il successo del Hwasong-12 è di grande importanza per garantire la pace e la stabilità nella penisola coreana e nella regione, ed è la vittoria più grande del popolo coreano (…) il test è stato condotto in considerazione della sicurezza dei paesi limitrofi. Il suo obiettivo era quello di verificare le specifiche tattiche e tecniche del razzo balistico di nuova concezione in grado di trasportare una testa nucleare di grandi dimensioni.

Tuttavia, alcuni paesi hanno descritto questo legittimo esercizio del diritto all’autodifesa come “violazione” e “minaccia” e l’Onu ha emesso un comunicato stampa che ha criticato il lancio di missili balistici diparte di Rpdc».

«La Repubblica popolare respinge categoricamente e totalmente la dichiarazione Onu, che ha messo in dubbio la sua intensificazione della deterrenza nucleare per l’autodifesa, perché legata alla politica degli Stati Uniti contro la Rpdc». Pyongyang poi rinfaccia a Washington i suoi recenti test missilistici: «Proprio nell’ultima settimana, gli Usa hanno condotto due test con missili balistici intercontinentali, ma l’Onu non li ha mai citati. Il diritto all’autodifesa è il primo criterio della sovranità. Pertanto, l’accusa è un ingiustificato aggravamento della sovranità e un atto di ingerenza negli affari interni.

Se gli Usa dovessero provocarci militarmente, riprenderemo facilmente».

Nel frattempo, riporta Yonhap, la Marina militare statunitense ha confermato che una seconda portaerei opererà nella regione occidentale del Pacifico. Secondo la flotta del Pacifico, la Uss Ronald Reagan e il suo gruppo d’appoggio, hanno iniziato il loro addestramento primaverile, dopo mesi di manutenzione regolare in Giappone.

Un altro gruppo navale Usa, guidato dall’Uss Carl Vinson, è operativo nelle acque vicino alla Corea dalla fine del mese scorso.

La Vinson appartenente alla 3a Flotta, con sede a San Diego, ha detto che la sua missione è stata estesa alla fine di giugno dopo il test missilistico nordcoreano.

Non è una usuale per gli Usa disporre simultaneamente due portaerei in un solo teatro estero.

La Difesa della Corea del Sud ha detto che il Nord sarebbe pronto a condurre un altro test nucleare e che potrebbe effettuare un altro test missilistico stavolta a lungo raggio nel prossimo futuro.

Antonio Albanese