COREA DEL NORD. Presto uffici di rappresentanza USA a Pyongyang

182

I diplomatici svedesi stanno tenendo pronta una stanza che gli Stati Uniti possono utilizzare se decidono di avere una presenza ufficiale nella capitale nordcoreana. La stanza, accanto all’ufficio dell’ambasciatore svedese nel quartiere diplomatico di Pyongyang, è stata tenuta per anni in un limbo diplomatico.

Secondo Asahi Shimbun, la sala è rimasta intonsa dall’accordo del 1995 che prevedeva che gli svedesi servissero da “potenza protettrice” di Washington in Corea del Nord, poiché gli Stati Uniti non avevano relazioni diplomatiche con il Nord e quindi non avevano un’ambasciata propria.

Con gli Stati Uniti e la Corea del Nord impegnati nei colloqui da quegli anni, la possibilità di dare effettivamente alla piccola stanza un inquilino americano è tornata al tavolo delle trattative. Una proposta di istituire un ufficio di collegamento a Pyongyang è stata avanzata in vista del primo vertice tra Trump e Kim a Singapore a giugno 2018. La stanza dell’ambasciata sarebbe stata usata come “sezione di interesse” per gli Stati Uniti.

Nel gergo diplomatico, è un gradino sotto un ufficio di collegamento, che è un passo sotto un’ambasciata. Sono generalmente istituiti tra paesi che non si riconoscono formalmente l’un l’altro e hanno relazioni tese, ma richiedono una qualche forma di contatto di lavoro, come quello descritto nell’accordo con la Svezia. Le sezioni di interesse sono normalmente stabilite nell’ambasciata di un paese terzo che ha relazioni diplomatiche con entrambe le parti.  

La Corea del Sud sta già procedendo con l’idea: ha aperto un ufficio di collegamento proprio lo scorso settembre nella città nordcoreana di Kaesong. Ma anche per Seoul non è stato un processo facile. Pyongyang ha annunciato la settimana scorsa di voler ritirare il personale dall’ufficio, senza dare limiti di tempo  ma non ha detto se il ritiro sarà temporaneo o permanente. In precedenza le Coree utilizzavano canali di comunicazione telefonici e fax, spesso chiusi in tempi di alta tensione.

Washington e Pyongyang avevano concordato di aprire uffici di collegamento in precedenza, fino alla sospensione dei colloqui a tempo indeterminato nel 1995. Uno dei grandi ostacoli alle trattative è il fatto che la Corea del Nord e gli Stati Uniti sono tecnicamente in guerra.

Antonio Albanese