COREA DEL NORD. Per l’intelligence sudcoreana, Kim è scomparso per paura del Coronavirus

199

Kim Jong Un probabilmente non ha subito un’operazione al cuore il mese scorso, ha detto il Nis, l’agenzia di intelligence sudcoreana in una audizione a porte chiuse al parlamento di Seul. 

Il Washington Post riferisce che, secondo i funzionari del National Intelligence Service, la pausa di tre settimane del leader nordcoreano dalle uscite pubbliche era probabilmente dovuta ai timori legati alla pandemia del coronavirus.

Kim si è ritirato nella località balneare di Wonsan, sulla costa orientale del Paese, dopo aver saputo, a metà aprile, che alcuni del suo staff avevano riferito di avere la febbre. Le voci sulla sua morte sono state spazzate via quando è riapparso sui media statali nel fine settimana scorso con un filmato che lo mostrava mentre apriva una fabbrica di fertilizzanti. Gli impiegati indossavano tutti delle maschere, Kim no. 

Kim Jong Un ha fatto solo 17 apparizioni pubbliche quest’anno, rispetto a una media di 50 nello stesso periodo degli anni precedenti, fatto che secondo il Nis è collegato a una possibile epidemia di coronavirus in Corea del Nord, fatto negato ufficialmente dal governo. Per l’intelligence di Seul , riporta Ap, Il Nis hanno detto di non poter escludere un’epidemia di virus in Corea del Nord perché il traffico lungo il confine tra Cina e Corea del Nord era attivo prima che il Nord chiudesse i valichi a gennaio per cercare di fermare la diffusione del virus. Per il Nis, la pandemia sta danneggiando l’economia della Corea del Nord, soprattutto a causa della chiusura dei confini con la Cina, il suo più grande partner commerciale e fornitore di aiuti, Pechino rappresenta circa il 90% del flusso commerciale esterno della Corea del Nord.

Questo ha fatto salire alle stelle i prezzi dei prodotti alimentari importati come lo zucchero; per il Nis, i residenti di Pyongyang di recente si sono precipitati nei grandi magazzini e in altri negozi per fare scorta di beni di prima necessità e hanno creato lunghe file.

Lo stesso Kim Jong Un, nel periodo di assenza dalla “scena” è rimasto alla guida degli affari di Stato. La sua visita alla fabbrica aveva lo scopo di dimostrare la sua volontà di affrontare i problemi di vita pubblica e di infondere fiducia nella gente. 

Graziella Giangiulio