COREA DEL NORD. Pena capitale per i contrabbandieri, ma manca il cibo

277

La carenza di cibo in Corea del Nord potrebbe peggiorare a causa della pandemia e sono necessari circa 10 milioni di dollari per aiutare i nordcoreani.

La Fao, in un recente rapporto sulla Corea del Nord, ha chiesto maggiori fondi per aiutare 513.000 nordcoreani, riporta Seoul Pyongyang News, ripresa da Upi.

A gennaio, la Corea del Nord ha chiuso il suo confine con la Cina. I rapporti indicano che la Corea del Nord potrebbe riaprire in parte il suo confine per consentire l’ingresso di beni cinesi essenziali, ma il Paese rimane isolato dal mondo esterno.

La Fao ha anche detto che 10,1 milioni di nordcoreani vivono nell’insicurezza alimentare, e che un terzo dei bambini nordcoreani di età compresa tra i 6 e i 23 mesi non riceve un’alimentazione adeguata. Inoltre, secondo l’agenzia Onu, il 20 per cento dei bambini sperimenta una crescita stentata. 

Si sono avute notizie di fucilazioni di contrabbandieri che valicano il confine sino-nordcoreano, nei miei scorsi. Il 6 aprile si è avuta notizia dell’esecuzione di tre pubblici ufficiali, senza processo, per aver rubato cibo appena importato dalla Cina, rivendendolo nei mercati locali; i tre sono stati accusati di tradimento. 

Stando a quanto riporta Radio Free Asia, il cibo faceva parte di una spedizione d’emergenza proveniente dalla Cina che era stata autorizzata a passare nonostante gli scambi commerciali tra i due paesi siano stati chiusi per prevenire la diffusione del coronavirus. La parte che è stata venduta sul mercato era cibo di alta qualità destinato ad essere utilizzato per le celebrazioni del compleanno di Kim Il Sung il 15 aprile, una festa chiamata il Giorno del Sole.

A fine febbraio Pyongyang ha emesso un decreto isull’emergenza Covid-19 imponendo sanzioni più severe, compresa la pena di morte, per il contrabbando.

Sempre il 7 aprile, il giornale del Partito dei lavoratori nordcoreano Rodong Sinmun ha avvertito i membri del partito di non anteporre gli interessi personali al bene pubblico: «I membri del partito devono portare i forti venti di lotta per superare gli scopi irrazionali e schematici che sono inerenti ai nostri progetti», e quindi a maggior ragione contrabbandieri e funzionari infedeli sono passibili di pena capitale per tradimento. 

Antonio Albanese