COREA DEL NORD. Ottobre 2017: nuovo censimento per Pyongyang

336

La Corea del Nord terrà il prossimo censimento della popolazione e delle abitazioni, il terzo del genere, nel mese di ottobre 2017. Secondo quanto riporta il Rodong Sinmun, quotidiano ufficiale del partito di governo del Nord: «Tutti i membri del partito e delle istituzioni dovrebbero terminare il lavoro di base entro agosto poiché il censimento della popolazione sarà effettuato a livello nazionale il 1 ottobre» ha detto Won Hyeok, vice direttore dell’Ufficio centrale di statistica, ha detto il Rodong Sinmun,

In precedenza, il paese ha condotto due censimenti: uno nel 1993 e un altro nel 2008, patrocinati dal United Nations Population Fund, Unfpa.

Hyeok ha sottolineato che i dati del censimento saranno utilizzati per migliorare la vita della gente, riporta Yonhap. Il regime distribuirà il fabbisogno per le necessità quotidiane, come uniformi scolastiche, legna da ardere, acqua, cibo ed elettricità, sulla base delle statistiche del censimento, ha aggiunto il funzionario nordcoreano.

«Tutti dovrebbero partecipare al censimento, tenendo presente che è fatto per lo sviluppo del paese, della società e di se stessi»

Secondo i dati rilevati nell’ottobre 2008, la popolazione della Corea del Nord è pari a 24,050 milioni di persone. La società che veniva descritta in quel censimento presenta somiglianze demografiche e disparità con la più ricca Corea del Sud. Il censimento 2008 è stato reso noto ai media occidentali nel 2010 e i risultati pubblicati erano sorprendentemente realistici per quanto riguardava la cattiva situazione demografica e sanitaria del paese, al contrario della scarsità dei dati della precedente raccolta dati il suo velo statistico segreto nel passato.

Il confronto con la Corea del Sud è inevitabile, soprattutto alla luce delle attuali tensioni. I due paesi sono tecnicamente ancora in guerra, dopo aver firmato un armistizio per porre fine alla guerra di Corea nel 1953, che non è un trattato di pace. Nel censimento 2008 la Corea del Nord contava una popolazione di 24,050 milioni di abitanti; al 2013 la Corea del Sud ne aveva 50,22 milioni. La superficie della Corea del Nord è 120.540 kmq, circa le stesse dimensioni di Cuba (con una popolazione di 11,2 milioni); la Corea del Sud ha una superficie di 100.210 kmq. Uno dei problemi di sicurezza della Corea del Sud è la posizione di Seoul, la capitale, che ospita poco più della metà della popolazione del paese; Seoul si trova a pochi chilometri dal confine con la Corea del Nord ed è quindi esposta a notevoli rischi di sicurezza.

Il censimento del 2008 ha dimostrato battute d’arresto in materia di salute e nutrizione a partire dai primi anni 1990 in Corea del Nord, in gran parte a causa di una serie di carestie che si ritiene abbiamo causato tra le 600mila e un milione di morti nel periodo 1995-2000.

Il censimento 2008 ha suggerito che l’aspettativa di vita alla nascita era diminuito a partire dai primi anni 1990 arrivando a 65,6 anni per i maschi e 72,7 anni per le femmine, circa 11 anni in meno rispetto al Corea del Sud per entrambi i sessi. Il tasso di mortalità infantile è pari a 19,3 morti infantili ogni 1000 nati vivi e il tasso di mortalità materna era 77,2 morti materne ogni 100mila nati vivi. Entrambi gli indicatori sono aumentati a partire dai primi anni 1990, ma si sono rivelati anche inferiori a quelli stimati in precedenza da altre organizzazioni e sono di gran lunga peggiori della Corea del Sud.

Tommaso dal Passo