COREA DEL NORD. Nuovo vertice a sorpresa tra Kim e Xi

58

Il presidente cinese, Xi Jinping, ha incontrato il leader nordcoreano, Kim Jong-un, nella città portuale cinese di Dalian il 7 e l’8 maggio. Xi, inoltre, avrebbe anche supervisionato il varo della prima portaerei costruita in Cina, riporta il South China Morning Post. L’8 maggio la Cctv, la tv di stato di Pechino, ha confermato che Xi aveva avuto colloqui con Kim; dopo che il suo aereo personale era stato avvistato a Dalian. Il leader nordcoreano viaggia raramente in aereo e i suoi piani di viaggio sono di solito segretissimi, con le autorità che lasciano un annuncio pubblico di una visita fino a quando non è stata completata. Video online hanno mostrato almeno quattro berline diplomatiche cinesi che arrivavano a Dalian il 7 maggio, segno che un leader proveniente da Pechino era nella città.

Inoltre, l’8 maggio, il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha detto in un tweet che avrebbe parlato con Xi della Corea del Nord e del commercio Cina-Usa. L’incontro di Dalian precede un vertice tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e Kim Jong-un alla fine di questo mese o all’inizio di giugno. Come si ricorderà, Kim ha visitato Pechino a marzo durante il suo primo viaggio internazionale, un gesto che ha segnalato quanto la Cina fosse ancora un attore nel processo di denuclearizzazione della penisola coreana; Xi, a sua volta dovrebbe visitare Pyongyang nel mese di giugno.

Nel nuovo clima che si starebbe respirando nella penisola coreana rientra anche la chiavetta Usb contenente la Nuova mappa economica della penisola coreana che Moon ha dato a Kim il 27 aprile. L’iniziativa comprende tre fasce economiche: una che collega la costa occidentale della penisola alla Cina, facendo della regione un centro logistico; una che collega la costa orientale alla Russia per la cooperazione energetica e una sul confine attuale per promuovere il turismo. Durante la campagna per le elezioni presidenziali dello scorso anno, Moon si era impegnato a fondere le economie delle due Coree in un mercato unico per gettare le basi dell’unificazione e per migliorare le relazioni di Seul con la Cina.

La Nuova mappa economica comprende i collegamenti ferroviari tra le due Coree e il nord-est della Cina fino all’Europa; una parte del piano prevede la costruzione di un collegamento ferroviario a partire da Mokpo, sulla punta sud-occidentale della penisola, passando per Seul e Pyongyang e la regione amministrativa speciale di Sinuiju, prima di raggiungere Pechino. Il miglioramento della logistica dell’area gioverebbe anche alla Cina, il cui accesso verso il mare aperto in quella parte del mondo è fisicamente bloccato dalla penisola coreana e dall’estremo oriente della Russia.

L’economia della Corea del Nord è, inoltre, strettamente legata al nord-est della Cina e l’apertura dei mercati nordcoreani potrebbe offrire nuove opportunità alle province cinesi al suo confine.

Antonio Albanese