COREA DEL NORD. Kim vuole più motori e testate per la guerra

1500

Il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, ha ordinato la produzione di più motori a razzo a combustibile solido e ha dato suggerimenti per la fabbricazione di testate per i missili balistici intercontinentali durante una sua ispezione all’istituto chimico della Difesa nordcoreana.

La Corea del Nord starebbe sviluppando un nuovo missile balistico, chiamato Pukguksong-3, alla luce dell’aumento delle tensioni tra Pyongyang e gli Stati Uniti. Kim ha supervisionato il processo di fabbricazione di testate balistiche e di razzi a combustibile solido durante la sua visita all’Istituto dei Materiali Chimici dell’Accademia della Difesa, secondo la Korean Central News Agency. A luglio, la Corea del Nord ha testato due Icbm Hwasong-14, in grado di colpire gran parte della terraferma degli Stati Uniti tra cui Los Angeles e Chicago.

Stando a Kcna, Kim ”Jong Un «ha incaricato l’istituto di produrre più motori a razzo a carburante solido e testate per razzi per restare al passo  con la incrementata produzione del motore». Kim si era fatto vedere in ambiti strategici già il 14 agosto quando aveva visitato il comando della Forza Strategica responsabile dei lanci di missili.

L’ultima sua mossa, riporta Yonhap, serve a mostrare la decisione della Corea del Nord di sviluppare Icbm in grado di raggiungere la terraferma americana in spregio della condanna internazionale. Pyongyang sta cercando anche di creare un missile a lungo raggio alimentato dai motori a razzo a carburante solido. I missili alimentati dai motori a combustibile solido, infatti, posti su lanciatori mobili sono più difficili da individuare prima del lancio da parte dei satelliti. All’inizio di quest’anno, la Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile balistico intermedio Pukguksong-2, versione aggiornata di un missile balistico lanciato da sottomarino che utilizzava un motore a combustibile solido.

Pyongyang ha annunciato il 22 agosto una “spietata” ritorsione contro la Corea del Sud e gli Stati Uniti per le loro continue esercitazioni militari congiunte; ma Trump ha detto in un incontro a Phoenix che Kim sta «cominciando a rispettare» gli Stati Uniti, secondo AFP. Il segretario di Stato americano Rex Tillerson si è detto contento dell’abbassamento delle provocazioni della Corea del Nord, esprimendo la speranza che il dialogo con Pyongyang possa essere possibile «in un prossimo futuro»; contemporaneamente la Corea del Nord fa uscire la notizia dello sviluppo di missili difficili da intercettare dai satelliti: il missile balistico strategico Pukguksong-3.

Antonio Albanese