COREA DEL NORD. Kim prepara un test balistico sottomarino?

450

La Corea del Nord potrebbe condurre un nuovo test missilistico, stavolta sottomarino, a breve, come si può intuire dalle immagini satellitari che rivelano attività in corso nel cantiere navale di Sinpo. Le foto, pubblicate dal sito 38 North, rivelerebbero i lavori di preparazione di un missile balistico sperimentale sottomarino. Le immagini mostrano anche che è in corso un nuovo programma di costruzione navale con miglioramenti apportati ai moli per i test. La Corea del Nord  sta cercando di aggiornare anche la flotta balistico nucleare sottomarina basata sul sistema di lancio e sul missile Pukguguksong-1.

Le tensioni stanno aumentando: bombardieri americani hanno sorvolato la penisola coreana, è stato impiegato un aereo “nuke sniffer”; il ministro degli Affari esteri nordcoreano, in una intervista alla Tass, ha detto che Trump ha accesso la miccia della guerra e che riceverà una tempesta di fuoco. Il Rodong Sinmun ha accusato la Casa Bianca di spingere verso una guerra nucleare e ha promesso di non restare in disparte di fronte alle «azioni criminali dei guerrafondai».

Dalle foto su 38 North, si evince che: «Sia il sottomarino che la chiatta sommergibile del banco prova del missile rimangono ormeggiati nelle stesse posizioni nel sicuro bacino di test, come indicato nel nostro rapporto del 7 agosto, suggerendo, senza fornire prove reali, che non hanno lasciato il porto (…) le immagini attuali non indicano un test imminente». Si teme che Kim potrebbe preparare un lancio per la prossima settimana, il 18 ottobre, inizio del Congresso del Partito comunista cinese.  

Apparentemente in risposta, Donald Trump ha inviato l’Uss Tuscon, un sommergibile nucleare, nella penisola coreana; il Tucson è arrivato a Chinhae, in Corea del Sud il 7 ottobre. Nel comunicato del Comando degli Stati Uniti per il Pacifico si legge: «Con un equipaggio di circa 150 persone, il Tucson può condurre una serie di missioni e mantenere le più recenti capacità della flotta sottomarina. L’equipaggio del Tucson opera con un alto livello di prontezza ed è sempre pronto ad affrontare qualsiasi missione».

Antonio Albanese